rotate-mobile
Politica

Tosi fuori dal coro leghista: "Sono molto nazionalista"

Il primo cittadino, in un'intervista al Mattino di Padova, si sgancia dai colleghi di partito

Il tema dei festeggiamenti dell’Unità d’Italia è indigesto alla maggior parte degli esponenti della Lega Nord, tranne che al sindaco di Verona Flavio Tosi, il quale, in un’intervista rilasciata al quotidiano Il Mattino di Padova, ha sottolineato di avere “un forte senso di identità nazionale, tifo per la Nazionale, tifo Ferrari. Il nonno faceva parte dell'Arma dei carabinieri".

Il promo cittadino è fuori da coro leghista anche quando si parla di inno nazionale, che non si rifiuta di cantare: “Sono stonatissimo, ma l'inno nazionale è una cosa seria. Un conto è cantarlo, un altro è tirarlo per i capelli ad uso di provocazione politica. Non fai un piacere all'Unità d'Italia".


Tosi chiarisce la sua posizione su federalismo, del quale è un grande estimatore, ed unità nazionale: “Essere convintissimi del federalismo - spiega - non contrasta con l'amor di Patria. Io cito sempre l'esempio degli Stati Uniti, massima espressione di paese federale dove l'amor di Patria è fortissimo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tosi fuori dal coro leghista: "Sono molto nazionalista"

VeronaSera è in caricamento