rotate-mobile
Politica

Tosi critica Berlusconi: "Su crisi libica poca leadership"

In un'intervista a Il Giornale il sindaco di Verona ha detto che "la maggioranza non si spaccher"

"La maggioranza non si spaccherà. Ma nella gestione della crisi libica e nei rapporti con la Francia è mancata la leadrship del Premier". Questo è quanto ha affermato in una intervista a Il Giornale il sindaco di Verona, Flavio Tosi, spiegando la linea antimilitarista del Carroccio. Secondo il primo cittadino scaligero "si sta andando ben oltre ciò che abbiamo votato. Nessuno aveva mai parlato di armare i bombardieri. È una novità - sottolinea - non soltanto non approvata, ma anche poco sensata".


"Il problema - evidenzia Tosi - è che era sbagliato in partenza l'intervento internazionale. La Libia era la realtà più stabile del Nord Africa, dove il benessere era più diffuso, tant'è che non esisteva immigrazione libica verso le nostre coste. L'Italia oltretutto era il primo partner commerciale". Secondo Tosi, inoltre, "l'intervento è insensato sia dal punto di vista strategico sia umanitario. Se il metro è: interveniamo ovunque vengano offesi i diritti umani, allora dovremmo fare la guerra a decine di Paesi, la Cina in primis".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tosi critica Berlusconi: "Su crisi libica poca leadership"

VeronaSera è in caricamento