menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Flavio Tosi vuole fare pace con Salvini: "Andare ad elezioni uniti per vincerle"

"Caro Matteo, facciamo pace per l'unità del centrodestra. - ha dichiarato Tosi - Il nostro elettorato si aspetta che tutte le forze lavorino insieme per vincere e governare nel 2018"

Flavio Tosi, ex sindaco di Verona e tra i fondatori di "Noi con l'Italia", ha rilasciato ieri una lunga intervista a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, dove ha lanciato un appello di pace al futuro collega di coalizione Matteo Salvini. Durante la lunga intervista radiofonica l'ex primo cittadino scaligero, il quale con Matteo Salvini non ha mai nascosto di avere qualche dissidio, ha fatto sapere di voler seppellire l'ascia di guerra in vista delle prossime elezioni poiltiche nel 2018, in nome dell'unità del centrodestra dalle tre o quattro gambe.

Tre o quattro, poiché se è vero che da parte di Tosi la volontà di fare la "quarta gamba" della coalizione FI-Lega Nord-FdI è sempre stata sbandierata, d'altro canto diverse voci di corridoio riportano tuttora di un esplicito "veto", espresso in ambienti leghisti, nei confronti proprio dell'ex camicia verde Tosi. In sostanza c'è da capire cosa vorrà farne Salvini dell'ascia di guerra, essendo quest'ultimo attualmente, numeri e sondaggi alla mano, ad impugnarla per il manico.

Tosi – hanno chiesto i conduttori Lauro e Cucciari - quanto pensate di prendere con la sua nuova formazione "Noi con l'Italia"? «Puntiamo a superare abbondantemente il 5%, diciamo ragionevolmente tra il 5 e il 10%».

Siete ritenuti la quarta gamba del centrodestra ma, si dice, puntiate a divenire la terza, cioè Fratelli d'Italia. «Vogliamo provare a superare FdI». Salvini, però, sembrerebbe non gradirla nella sua coalizione? «Il sentimento di grande simpatia e stima e reciproco, ma le questioni personali sono una cosa, bisognerebbe anteporre ad esse l'interesse per andare ad elezioni uniti e provare a vincerle per governare questo paese, perché l'elettorato di centrodestra si aspetta questo».

Salvini dice che siete dei poltronari. «Io mi sono dimesso dopo un mese dall'elezione a parlamentare europeo - ha detto Tosi a Rai Radio1 - dove Salvini prende da dieci anni 16mila euro netti al mese». Lei si candiderà a Verona? «È una valutazione che faremo, certo è più facile che mi candidi a Verona che altrove». Chi indicherete come premier a Mattarella in caso di consultazioni? «Penso la prima forza della coalizione, e quindi credo Forza Italia».

Meglio Berlusconi o Salvini? «Berlusconi è stato premier, ha una grande capacità di governo, mentre Salvini, credo, non abbia amministrato nemmeno un condominio». Non vuole fare un gesto di pace col suo futuro alleato Salvini? «L'interesse comune è quello di lavorare insieme per il centrodestra». Vuole fare un appello al leader leghista? «Si - ha affermato Tosi a Un Giorno da Pecora -, e dico: caro Matteo, facciamo pace per l'unità del centrodestra. Il nostro elettorato si aspetta che tutte le forze lavorino insieme per vincere e governare nel 2018 e questo è prioritario rispetto a simpatie, antipatie e veti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento