rotate-mobile
Politica

Tosi: "Antistoriche le polemiche sulla Resistenza"

Il primo cittadino veronese intervenuto in merito al polverone attorno alla Liberazione

Il sindaco Tosi è intervenuto oggi sulla polemica attorno alla ricorrenza del 25 aprile, nel quale si ricorda la Liberazione dal nazifascismo, definendo "antistoriche" le critiche che sono volate da parte dell'assessore comunale Vittorio Di Dio e dall'assessore regionale all'istruzione Elena Donazzan. 

"Sui valori che trionfarono il 25 aprile 1945, quelli della libertà e della democrazia contrapposti alla dittatura e alla barbarie nazifascista, non c’è da discutere -ha detto l'esponente del Carroccio-. Ha fortunatamente vinto chi era nel giusto. Quella del 25 aprile dovrebbe essere una festa di tutti perché, grazie a quegli eventi, tutti possiamo vivere in una società libera e democratica. Gli artefici della Liberazione, oltre alle Forze Alleate e all’Esercito Italiano, furono le Forze partigiane, le quali rispecchiavano una pluralità di opinioni politiche: sarebbe ingeneroso e oltraggioso nei loro confronti iscriverle d’ufficio a una sola parte". 

Il primo cittadino ha inoltre aggiunto che "tutti dobbiamo provare pietà per chi è morto nella guerra di Liberazione, anche per coloro che, in buona fede e senza macchiarsi di crimini, si trovarono a combattere dalla parte sbagliata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tosi: "Antistoriche le polemiche sulla Resistenza"

VeronaSera è in caricamento