Lessinia, ambulanza tagliata. Bigon: «Regione assicuri servizi minimi»

E il candidato al consiglio regionale per il PD Giandomenico Allegri ha aggiunto: «La Lega usa gli abitanti della Lessinia come bacino di voti e li ringrazia cancellando i servizi»

(Foto di repertorio)

«Prima di tagliare, la Regione assicuri i servizi minimi essenziali. Come lo è, di fatto, l'ambulanza della Croce Verde in Lessinia». Anna Maria Bigon, consigliera regionale del Partito Democratico, si schiera a fianco dei volontari-soccorritori e del territorio della Lessinia, i quali si vedranno cancellato un servizio inaugurato neanche due anni fa. 
«Era stata acquistata una nuova ambulanza grazie ai fondi raccolti con tante iniziative benefiche, che testimoniano lo stretto legame tra Croce Verde e Lessinia - ha spiegato Bigon - E non potrebbe essere altrimenti, visto il grande lavoro svolto negli anni in un territorio complicato, con zone difficili da raggiungere. Non stiamo parlando di un'area di pianura collegata comodamente con il resto della provincia o della regione, ma di un'area di montagna già distante dai servizi essenziali e dagli ospedali. Che ora subisce un'ulteriore penalizzazione. La Regione guardi i numeri, guardi i soccorsi prestati dai 70 volontari nel corso dell'anno e si accorgerà che è indispensabile. Invece di tagliare, si preoccupi di garantire a tutti i servizi basilari perché finalmente non ci siano più veneti di serie A e di serie B».

«La Lega usa gli abitanti della Lessinia come bacino di voti e li ringrazia cancellando i servizi essenziali di emergenza del territorio», ha aggiunto il candidato al consiglio regionale per il Partito Democratico di Verona Giandomenico Allegri, il quale parla di «presa in giro, di cui si spera i cittadini si rendano conto».
Allegri sottolinea poi un altro fatto e cioè che il taglio non riguarderà solo l'ambulanza della Croce Verde della Lessinia, ma anche la città di Verona, dove le ambulanze passeranno da sette a cinque. «Forse è giunto il momento di smettere di applaudire agli slogan e di giudicare invece con sguardo attento e critico se i politici regionali scelti finora meritino di essere davvero premiati - conclude Allegri - Quando telefoniamo per prenotare una visita con il cup, otteniamo subito una data utile per la visita? Ci viene garantito il servizio di emergenza se abbiamo necessità di un'ambulanza? È ora di valutare quali reali benefici o piuttosto quali reali danni abbia portato la Lega nella quotidianità dei cittadini».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ed anche la consigliera regionale di Italia Viva Orietta Salemi è intervenuta sull'argomento. «Tutta la popolazione ha diritto di ricevere un'offerta di cura sanitaria immediata con la possibilità di essere trasportata nel luogo di cura più vicino con adeguati mezzi di soccorso - scrive Salemi - Ciò è necessario nelle aree più decentrate e in particolare in quelle maggiormente soggette a importanti flussi turistici stagionali, penso alla Lessinia o a territori di confine come Malcesine o dell'entroterra gardesano come Caprino. In periodi come l'estate, quei territori, che registrano un notevole aumento di persone e flusso turistico, hanno ancora più necessità di garanzie di sicurezza e di un incremento di servizio anziché di una decurtazione o diminuzione. È da ricordare che i mezzi di soccorso sono spesso donazioni di associazioni o frutto di sacrifici della popolazione per garantire un servizio essenziale. Contiamo che possa esserci una riorganizzazione del territorio molto più razionale soprattutto laddove mancano i punti di primo intervento».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Verona un nuovo decesso e altri 35 casi positivi: tutti i Comuni di appartenenza

  • Nel Veronese sono 29 i nuovi casi positivi e 1.808 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Elezioni regionali, suppletive e referendum costituzionale: seggi aperti in Veneto

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento