Politica Centro storico / Piazza Bra

Stranieri verso il voto nel Veronese. I numeri delle amministrative 2016

Quanti sono gli stranieri regolrmente censiti presenti sul territorio veronese? E quale sarà la loro incidenza nelle prossime elezioni amministrative? Partiamo dai numeri forniti dal portale online www.guidaalvoto.it

Quanti sono gli stranieri nel comune in cui si vive? Un quesito che già in passato è stato al centro di dibattiti nel corso della campagna elettorale di diversi comuni del Veronese e che probabilmente verrà riproposto anche nelle consultazioni che nella primavera 2016 interesseranno 24 comuni scaligeri.

Le scene drammatiche che ogni giorno i telegiornali ripropongono di esodi di massa, che spesso sfociano in tragedia; il risalto mediatico di fatti di cronaca che vedono protagonisti cittadini stranieri; il dibattito politico nazionale e internazionale sul tema dell’accoglienza: tutto contribuisce ad accentuare la percezione del fenomeno.

Andando a vedere i numeri, offerti dal portale online www.guidaalvoto.it, risalta subito agli occhi che l’incidenza della popolazione straniera sul totale di quella residente è molto disomogenea sul territorio provinciale. Se la media scaligera è dell’11,88% (dati Istat al 1° gennaio 2015), contro il dato regionale fermo al 10,38% e quello nazionale attestato all’8,25%, nei 24 comuni che andranno al voto nella primavera 2016 l’incidenza va dal 6,21% di Badia Calavena al 16,53% di Nogara.

Quanti-sono-gli-stranieri-nel-comune-1

La rilevazione Istat tiene conto ovviamente solo della popolazione censita all’anagrafe, quindi solo dei migranti regolarmente iscritti, presupposto che va tenuto in considerazione quando si discute di quanti sono gli stranieri nel comune dove si risiede.

Al di sotto della media nazionale si attestano appunto Badia Calavena (6,21%), Castagnaro (6,37), Tregnago (6,82%), Affi (6,90%) e Pastrengo (7,84%).

Hanno una popolazione straniera inferiore a quella della regione ma superiore alla media nazionale: San Pietro di Morubio (8,36%), Minerbe (8,67%), Povegliano Veronese (8,81%), Roverè Veronese (8,96%), Bevilacqua (9,42%), Grezzana (9,90%) e due comuni già in doppia cifra come Isola Rizza (10,13%) e Buttapietra (10,23%).

Sopra l’asticella della media regionale (10,38%) di popolazione straniera sul totale della popolazione residente si attestano Bonavigo (10,68%), Cerro Veronese (10,79%), San Giovani Lupatoto (10,83%), Belfiore (11,16%), Arcole (11,25%) e Bovolone (11,75%).

Superano infine anche la media provinciale (11,88%) di concentrazione di popolazione straniera sul totale 5 comuni sui 24 che andranno al voto nella primavera 2016: Isola della scala si attesta al 12,49%; Colognola ai Colli è al 12,68%, Cologna Veneta al 13,09%, con Garda pochi decimi avanti, al 13,76%. Il comune con la maggiore incidenza percentuale di popolazione straniera sul totale della popolazione residente è Nogara, che arriva al 16,53%, più del doppio del dato medio nazionale (8,25%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stranieri verso il voto nel Veronese. I numeri delle amministrative 2016

VeronaSera è in caricamento