menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Saval, PD e Bertucco: "Bloccate la realizzazione del nuovo supermercato"

Il consigliere comunale Federico Benini è il primo firmatario di una proposta di delibera condivisa anche dal consigliere di Verona e Sinistra in Comune per impegnare l'amministrazione a valutare soluzioni differenti

A gennaio, l'assessore all'urbanistica di Verona Ilaria Segala aveva dichiarato che sulla realizzazione di un nuovo supermercato di via Emo, zona Saval, non è possibile intervenire. Il progetto è stato già approvato dall'amministrazione Tosi e avrebbe tutti i requisiti per essere realizzato. Ma il Partito Democratico e Verona e Sinistra in Comune ne chiedono comunque lo stop.

È il consigliere comunale Federico Benini il primo firmatario di una proposta di delibera condivisa anche dal consigliere Michele Bertucco per impegnare l'amministrazione a fermare la nuova realizzazione per valutare soluzioni differenti. La proposta è quella di rivedere l'accordo con i costruttori per garantire spazi di socializzazione al quartiere del Saval e di verificare la possibilità di riconoscere il credito edilizio in altra area del comune.

Lungi dall'essere frutto di una scelta urbanistica meditata - spiegano i due consiglieri - i permessi a costruire sono stati rilasciati dalle passate amministrazioni come compensazione per la mancata realizzazione della quarta torre del Saval. L’area è di natura privata ma possiede una grande rilevanza pubblica essendo situata nel cuore del quartiere tra la chiesa e la scuola. La zona, inoltre, è attualmente teatro del mercato rionale che, qualora il supermercato venisse realizzato, dovrà traslocare nelle vie accanto perdendo gran parte della sua funzione e delle sue caratteristiche.

Benini e Bertucco hanno sottolineato inoltre l'opportunità di procedere "ad una verifica ambientale integrativa in quanto nell'area in oggetto potrebbero essere stati interrati negli anni '70 materiali e rifiuti provenienti da attività di demolizione".

Si tratta - hano poi aggiunto - dell'ennesima area commerciale che non serve a nessuno tranne a chi la costruisce. Il quartiere del Saval è già servito da ben quattro supermercati, mentre altri quartieri come Borgo Nuovo stanno vivendo un processo di desertificazione degli esercizi commerciali. Il consiglio della terza circoscrizione si è già espresso contro la realizzazione di un nuovo supermercato e anche i residenti hanno espresso la loro ferma contrarietà chiedendo che in quel punto venga realizzata la piazza di cui questo quartiere è ancora privo. Dall'amministrazione in carica, che ha promesso lo stop al consumo del suolo e un nuovo approccio all'urbanistica, più attento ai quartieri, ci aspettiamo ascolto e condivisione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento