Politica

"La Statale 12 nelle priorità del Comune occupa l'ultimo posto"

È quanto affermano in una nota il segretario provinciale per il Pd Vincenzo D'Arienzo e il capogruppo in comune Michele Bertucco, che si rivolgono in particolar modo al vicesindaco Giacino

In una nota diffusa il segretario provinciale del Pd Vincenzo D'Arienzo e il capogruppo in comune Michele Bertucco, attaccano l'amministrazione comunale, e in particolar modo il vicesindaco Vito Giacino, sulla questione viabilità nella zona di Verona sud.

"Ma Giacino segue con la dovuta attenzione gli atti che riguardano il suo incarico? Oppure ha altre priorità?

Il 24 settembre scorso, rispondendo ad una critica dei comitati relativa ai ritardi del Comune sul progetto preliminare della Variante alla Statale 12, il vicesindaco aveva affermato che la richiesta di parere su tale progetto da parte della Regione Veneto gli era giunta 'soltanto il 19 settembre' e 'soltanto via mail'.

Peccato che ad un'analoga richiesta formulata dal consigliere comunale Pd Vincenzo D'Arienzo il giorno stesso delle dichiarazioni di Giacino, gli uffici del Comune abbiano invece risposto che la richiesta della Regione risale nientemeno che al 27 marzo 2012, quindi più di cinque mesi prima, e che l'amministrazione ha abbozzato una prima risposta in data 28 agosto 2012. Impiegare cinque mesi per rilasciare un parere su un progetto che è di vitale importanza per gran parte di Verona Sud è un'enormità. Ciò conferma, ancora una volta, che non sono bastati cinque anni di nulla di Tosi e che anche per questa volta il Comune pensa ad altro.

Perché dire cose diverse ai cittadini che da anni aspettano? In questo modo ne paga in credibilità il Comune. E’ davvero curioso che per l’IKEA in pochi giorni siano stati presentati e valutati più progetti viabilistici e per la variante alla SS12 siano stati necessari 5 mesi.

Ecco, l’IKEA. Non sarà stato che per pensare a quella e alla fantomatica bretellina che dovrebbe costruire, si è perso tempo con la Regione? Nella risposta a D’Arienzo, il Comune ripete anche che quel lungo tempo è stato necessario perché era in corso lo studio del piano della viabilità collegato alle manifestazioni di interesse di Verona sud, lo studio relativo all'attestazione della filovia al capolinea e del nuovo deposito della Genovesa, lo studio relativo al ribaltamento del casello autostradale. Ecco, il posto occupato dalla Statale 12 nella scala delle priorità di questa amministrazione: l’ultimo."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La Statale 12 nelle priorità del Comune occupa l'ultimo posto"

VeronaSera è in caricamento