Collettore del Garda. Rotta: "Arrivano i soldi promessi". M5S: "Solo briciole"

Oltre ai 100 milioni per il nuovo collettore del Garda, anche 65 milioni per la bonifica della discarica di Pescantina e 80 milioni per le Pfas. Scettici gli esponenti pentastellati

Una promessa è una promessa, soprattutto se si promettono tanti soldi per risolvere gravi problemi. Il sottosegretario alla presidenza del consiglio Luca Lotti aveva promesso più di 200 milioni di euro per risolvere tre problemi ambientali del territorio veronese. E la deputata veronese del PD Alessia Rotta ha dato l'annuncio dell'approvazione del piano operativo del fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC). "Le cifre sono quelle annunciate dal sottosegretario Lotti a Verona: 100 milioni per il progetto del nuovo collettore del Garda, 65 milioni per la bonifica della discarica di Pescantina e 80 milioni finalizzati al contrasto dell'inquinamento da Pfas nelle acque della provincia di Verona, Vicenza e Rovigo. Si attende l’ultimo passaggio alla Corte dei Conti per impegni significativi ai quali il Governo non si è sottratto".

La convinzione della deputata Rotta non è la stessa degli esponenti del M5S. La deputata Francesca Businarolo ha presentato un'interrogazione specifica per il collettore e insieme al consigliere regionale Manuel Brusco commenta: "Con la delibera Cipe a Verona, per gli interventi ambientali, arriveranno solo briciole. È gravissimo che non ci siano i soldi per la bonifica della discarica di Pescantina. Ma temo che non giungeranno nemmeno per Pfas e collettore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dall'8 all'11 novembre 2019

  • Terribile frontale tra auto e camion nella notte: perde la vita un 34enne

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Signora arrestata per furto di profumi nel centro commerciale "Porte dell’Adige"

  • Accoltellamento a Verona, un uomo in ospedale: caccia agli aggressori

  • Operato a Verona, un paziente ringrazia: «Ho finalmente rivisto la luce»

Torna su
VeronaSera è in caricamento