rotate-mobile
Politica Centro storico / Piazza dei Signori, 22

I 5 Stelle veronesi attaccano: "Mattarella ha calpestato il voto degli elettori"

Sit in in Piazza dei Signori in favore del "governo del cambiamento" e contro il veto del Presidente della Repubblica che non lo ha fatto partire. "Scelta politica ordinata dai poteri forti"

"Alziamo la testa" e "Il mio voto conta". Sono stati questi gli slogan del sit in organizzato ieri, 28 maggio, in Piazza dei Signori a Verona dal Movimento 5 Stelle, in favore del "governo del cambiamento" e contro la decisione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella di non farlo partire. "Il suo è stato un veto politico con cui sono stati calpestati i voti di milioni di elettori. Alla volontà popolare, sono stati preferiti gli ordini dei poteri forti e della Bce", ha dichiarato il deputato 5 Stelle veronese Mattia Fantinati.

Siamo un paese a sovranità limitata, in cui il voto dei cittadini non conta - ha aggiunto il consigliere comunale del M5S Alessandro Gennari - La scelta di Mattarella non è stata contro Savona ma contro due forze politiche antisistema, che avevano proposto un ministro dell'economia critico nei confronti dell'Europa e dell'Euro.

Una manifestazione, quella di ieri, che ha acceso l'entusiasmo degli attivisti veronesi del Movimento 5 Stelle, pronti a partecipare alla manifestazione nazionale organizzata per il 2 giugno a Roma

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 5 Stelle veronesi attaccano: "Mattarella ha calpestato il voto degli elettori"

VeronaSera è in caricamento