Politica Centro storico / Piazza Bra

Il sindaco di Verona entra in Fratelli d'Italia, l'annuncio di Sboarina: «Da sempre sono di destra»

Federico Sboarina aderisce a Fratelli d'Italia: «Una scelta politica e di vita. Oggi colmo il vuoto che mi ha lasciato la scomparsa di Stefano Bertacco»

Giorgia Meloni - Federico Sboarina - 15 giugno 2021

Il primo cittadino scaligero Federico Sboarina ha tenuto una conferenza stampa al fianco della leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni per annunciare il proprio ingresso ufficiale nel suo partito. Una decisione che arriva quando in vista ci sono le elezioni amministrative del 2022 con il sindaco uscente che ha già detto di volersi ricandidare, ma che sarebbe maturata ancora un anno addietro, quando sul sagrato di San Zeno vennero celebrati i funerali dell'ex assessore comunale e senatore di FdI Stefano Bertacco (di cui proprio ieri ricorreva un anno dalla scomparsa). 

In tal senso, il sindaco Sboarina ha parlato di una scelta che «ha un fondamento molto personale, non è solo una scelta politica». Poi però Sboarina ha anche aggiunto che la sua «storia politica è chiara», essendo che «sono sostenuto da una coalizione di centrodestra, ma io sono di destra e non mi sono mai tirato indietro nel definire il mio identikit che viene da quella parte politica».

Il primo cittadino di Verona ha quindi evidenziato che la sua «adesione a Fratelli d'Italia è quella a un partito nel quale mi sono sempre riconosciuto e anche un anno fa nel saluto a Stefano ho riconosciuto una comunità». Sboarina ha ulteriormente sottolineato questo aspetto della sua decisione, vale a dire di voler «colmare quel vuoto che Stefano mi ha lasciato», ribadendo che con l'ingresso in Fratelli d'Italia «io oggi colmo quel vuoto che si è creato un anno fa».

La conferenza stampa del sindaco Federico Sboarina e Giorgia Meloni

In merito alla dimensione politica locale, il sindaco di Verona Federico Sboarina ha specificato che a palazzo Barbieri «rimango nel mio gruppo consiliare di Battiti per Verona, sono il presidente di Battiti e rimango con quel profilo all'interno dell'amministrazione comunale, mentre aderisco a livello nazionale a quel partito che ritengo essere di quella parte politica cui mi sento da sempre di appartenere per valori e principi». Cosa cambia dunque ora per Verona? Sboarina ha usato parole chiare: «Non cambia nulla, continuerò a lavorare per la mia città come ho fatto finora, con lo stesso amore per Verona e lo stesso profilo che ho avuto in questi anni». 

Dal canto suo la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni ha commentato l'ingresso nel suo partito del sindaco di Verona parlando di «un ritorno a casa». La stessa Giorgia Meloni ha quindi sottolineato che «qui a Verona Fratelli d'Italia ha avuto in questi anni un vero e proprio "laboratorio" e ricordo che alle ultime elezioni regionali il dato di FdI a livello comunale è stato pari al 17%, un dato molto alto. Proprio qui siamo riusciti a rappresentare il nostro progetto inclusivo che, oggi, si arricchisce di un "pezzo da novanta" con il sindaco di Verona». 

Post Facebook Giorgia Meloni
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco di Verona entra in Fratelli d'Italia, l'annuncio di Sboarina: «Da sempre sono di destra»

VeronaSera è in caricamento