menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza. Scontro politico sulla chiusura della bottega etnica delle Golosine

Scambio a distanza tra Partito Democratico e Lega sull'idea avanzata per l'attività di via Del Carretto. "Solo populismo", dicono i Democratici, "La questione non è razziale" replica Laura Bocchi

“Se il solo strumento che possedete è un martello, vedrete in ogni problema un chiodo da ribadire”. Questa massima, attribuita al psicopatologo statunitense Abraham Maslow, descrive perfettamente il comportamento della consigliera Laura Bocchi, del consigliere Andrea Bacciga e di tutta la variopinta galassia dell’ultradestra veronese che vorrebbe ridurre la questione della sicurezza alle Golosine ad un problema di nazionalità e di colore della pelle.

Inizia così la nota diffusa dal gruppo consiliare del Partito Democratico di Verona, composto da Elisa La Paglia, Federico Benini, Carla Padovani e Stefano Vallani, che intervengno sulla richiesta avanzata dagli esponenti di Lega e Battiti, di chiudere per ragioni di sicurezza il negozio etnico situato alle Golosine

L’ossessione si trasforma in sproloquio quando questi consiglieri, mostrando di ignorare totalmente ruolo, compiti e funzionamento delle istituzioni, affermano che il Pd avrebbe impedito di votare un ordine del giorno dal sapore, appunto, xenofobo che promuoveva la chiusura di un locale etnico al centro delle segnalazioni dei residenti e non solo.
A parte il fatto che in Consiglio non è stato posto ai voti nulla di simile, il punto è che questi consiglieri arrivano buoni ultimi, irrompendo come elefanti in un cristalleria, in una questione che già da mesi è all’attenzione delle forze dell’ordine grazie ad un serio lavoro di monitoraggio e segnalazione e non attraverso delle grida di manzoniana memoria.

Grazie al Presidente Pd della Quarta Circoscrizione Carlo Badalini, tra gennaio e febbraio 2018 è stata realizzata una mappatura completa delle aree del quartiere, che presentano criticità dal punto di vista della legalità e della sicurezza urbana: il problema degli schiamazzi e delle risse esiste in via Gaspare del Carretto ma anche in via Prina e via Murari Bra. C’è poi un problema di furti in via Trombelli a Santa Lucia e il solito grave problema della prostituzione che ora è arrivato in piena città, anche in via Roveggia. Tale lavoro è stato condiviso in circoscrizione con voto unanime tranne un astenuto di Sinistra in Comune e, come da richiesta dalle stesse forze dell'ordine, è stato segretato perché conteneva notizie di reato.

Tra marzo e aprile, sempre a cura del Presidente Badalini, le criticità sono state esposte a tutte le forze dell’ordine del territorio: dai Vigili urbani, ai vertici dei Carabinieri, alla Polizia di Stato fino al Prefetto, il quale non a caso lo ha sollevato durante l’ultimo Comitato per la Sicurezza rendendo pretestuoso e inopportuno l’ordine del giorno proposto dalla Bocchi, tutto concentrato sulla questione etnica.

Nostro obiettivo è preservare la sicurezza e tranquillità di tutti i cittadini indipendentemente dal fatto che i bar fracassoni o i molestatori siano “etnici” o “nostrani”. Alla Lega del quartiere, rappresentata da Laura Bocchi, che nulla aveva fatto fino ad oggi, non resta che urlare ora al lupo al lupo e sventolare la bandiera populista, ignorando ciò che è davvero efficace per risolvere il problema. Una mossa di cattivo gusto anche in considerazione delle celebrazioni ormai prossime del patrono della città, San Zeno.

Non si è fatta attendere però la replica di Laura Bocchi (Lega), dopo l'attacco arrivato dal PD. 

Disarmante come dire la parola Etnico sia ormai diventata una parolaccia.
Stiamo portando i cittadini esasperati ad avere paura di parlare, perchè raccontare la verità sta diventando, grazie al PD, come bestemmiare. La questione non è razziale di per sè, perchè fra le firme raccolte dai meravigliosi e coraggiosi cittadini di Golosine ci sono quelle di marocchini, moldavi, russi, rumeni, ed anche un senegalese, tutta gente per bene che si è integrata ed è infastidita quanto noi veronesi di nascita per la situazione che pregiudicati nigeriani hanno creato nel cuore del quartiere. E' un dato di fatto che purtroppo i negozi e le attività etniche siano la grande maggioranza rispetto alle segnalazioni che il Comune riceve su situazioni di degrado e disturbo. Dobbiamo negarlo per non essere tacciati di xenofobia? Siamo arrivati a questo punto? Negheremo l'evidenza.

Il Partito Democratico poi mi parla di mappatura di zone di schiamazzi, ma si rendono conto che qui il problema è ben più grave di quello di un semplice locale fracassone? Che le mappature le faccio come Consigliere Delegato agli animali per controllare in ordinaria amministrazione le Aree Cani, per capire dove intervenire prima con la battitura del terreno o la sostituzione di un pezzo di rete? Qui non servono mappature o candeline colorate, la fotografia della situazione è ben chiara a chi ci vive, qui serviva e serve un intervento massivo, pressante e continuo, e auspicabilmente la chiusura definitiva del locale ad opera della Questora Petricca. Io non mi fermerò fino ad allora, a meno che fuori dal locale non inizino a dire il rosario ed i residenti non mi chiedano di non alzare più la voce, perchè disturba più il mio tenere alta l'attenzione che i gestori del locale etnico con i loro avventori divenuti ormai dei chierichetti. Concludo dicendo che il PD dice il vero quando afferma che non si è votato nulla in Consiglio Comunale rispetto al caso Via Gaspare del Carretto, perchè l'ODG straordinario che ho presentato, per poter essere inserito d'urgenza, aveva bisogno del benestare dell'unanimità dei consiglieri, e si sono dimenticati di dire, i compagni del PD, che il Consigliere Bertucco si è opposto non ravvisando urgenza, ed il Partito Democratico ha chiesto venisse tolta la parola Etnico da tutto il documento o non lo avrebbero fatto passare. Le cose, generalmente, vale la pena raccontarle per intero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento