rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Politica

Si accende la corsa alla segreteria del Pd

Due i candidati, Vincenzo D'Arienzo e Mario Lonardi, che dice: "Il partito ne uscir unito"

La corsa alla poltrona di segretario provinciale del Partito Democratico è ufficialmente partita. Dopo la presentazione, avvenuta ieri, della corrente guidata da Vincenzo D’Arienzo, capogruppo del partito in Provincia, oggi è stato il turno di quella di Mario Lonardi, ex sindaco di San Martino Buon Albergo.

“Il nostro obiettivo è quello di presentare alle prossime elezioni amministrative del 2012 un’alternativa alla Lega ed al centrodestra”, ha detto Lonardi avanzando la propria candidatura. La sua idea è chiara: “La svolta deve partire direttamente dal territorio e dai Circoli. Costituiscono il punto di forza attraverso cui costruire un nuovo terreno di relazione e di confronto con le parti sociali, i centri produttivi ed il tessuto associativo”.

Sul fatto che esistano due correnti interne al Pd, Lonardi pensa che sia un bene per il partito: “Partiamo dalla pluralità di idee per arrivare ad un esito unitario. Dalla discussione congressuale ne dovrà uscire un partito unito e coeso, senza logiche di appartenenza”.

Un altro punto sul quale conta Lonardi è quello di mettere le persone e le loro idee davanti al partito stesso: “Perché il partito deve parlare attraverso i volti e le storie di chi lo rappresenta. Il Pd non deve essere un’entità astratta, ma deve basarsi su chi lo rappresenta, sulla sua storia, sulla sua esperienza e sulle sue capacità”.

Con Lonardi si è presentato anche Stefano Vallani, che aspira a diventare il nuovo coordinatore cittadino del partito. Consigliere di Settima Circoscrizione, laureato in Ecomonia, Vallani è uno dei volti nuovi del Pd. "Dobbiamo combattere il populismo della Lega e del Pdl - ha detto Vallani -. La loro politica ha dato scarsa attenzione ai grandi progetti ed alle reali necessità delle quali ha bisogno Verona".

All'interno dei circoli provicniali, dal 4 al 28 settembre, si svolgeranno le elezioni dei delegati che parteciperanno al congresso, saranno questi, poi, ad eleggere direttamente il segretario provinciale ed il coordinatore cittadino.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si accende la corsa alla segreteria del Pd

VeronaSera è in caricamento