Provocatorio (ma non troppo) Sgarbi: «Rimandare le elezioni in Veneto»

Il noto critico d'arte ha lanciato l'idea durante la presentazione della candidata consigliera Katia Noventa. La motivazione del rinvio è il coronavirus, che ha contagiato il candidato presidente Lorenzoni

Sgarbi e Noventa (Fermo immagine dal video di Padova Oggi)

Provocatorio come al solito ma anche serio, Vittorio Sgarbi, intervenuto ieri pomeriggio, 8 settembre, a Padova per lanciare la candidatura di Katia Noventa, giornalista e conduttrice televisiva, che punta ad entrare nel consiglio regionale del Veneto sostenendo il candidato presidente Luca Zaia con la lista di Forza Italia. Katia Noventa, però, non riuscirà ad entrare in consiglio regionale se sarà presa sul serio l'idea lanciata da Sgarbi, quella di rimandare le elezioni veneto.

«Ci proverò davvero a fermare queste elezioni», ha detto Sgarbi ad Ivan Grozny Compasso di Padova Oggi. Ed il motivo per invalidare la tornata elettorale è il coronavirus. Il candidato del centrosinistra che sfida Zaia, Arturo Lorenzoni, è stato contagiato dal virus, finendo anche in ospedale. «Ci sono nove candidati, gente simpatica, carina come la Sbrollini ma se va bene cosa raccolgono? Le briciole - ha dichiarato Sgarbi - L'unico candidato vero è Lorenzoni, ma se non può andare in giro a incontrare la gente che campagna elettorale è? Il ricovero di questi giorni dopo la malattia dovrebbe far fermare tutto». E poi scherzando ha aggiunto: «O la Noventa si prende carico anche della candidatura del centrosinistra o è inutile anche star qui». Parole che hanno anche sorpreso la stessa candidata, la quale ha ribadito il proprio sostegno a Zaia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E poi, tramite il suo ufficio stampa, Vittorio Sgarbi ha voluto ribadire il concetto: «Nessun dubbio su Zaia, il cui valore è indiscusso, ma lui per primo converrà sul fatto che una competizione senza il principale antagonista, Arturo Lorenzoni, candidato del centro sinistra, non sarebbe una vittoria ma una constatazione. Immaginate se nelle regioni in cui ci sono minori certezze sul risultato elettorale, penso alla Puglia o alla Toscana, uno dei due antagonisti fosse malato di Covid: è evidente che l'altro avversario pretenderebbe un confronto alla pari. Per questa ragione, fuori da ogni battuta o polemica, chiedo che le elezioni regionali in Veneto vengano rimandate».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Hellas Verona - Genoa, probabili formazioni | Difesa gialloblù in emergenza

  • Polemica su Crisanti, il professor Palù: «È un mio allievo esperto di zanzare»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento