Politica Borgo Trento / Viale Caduti del Lavoro

Affissioni, Benini (PD): «Qualità del servizio bassa a causa del bando»

I cittadini del quartiere Saval hanno segnalato vecchi manifesti abbandonati sul bordo dei viale Caduti del Lavoro, ma non è l'unico disservizio imputato all'azienda che si occupa delle affissioni

Affissioni rovinate in viale Caduti del Lavoro

Vecchi manifesti abbandonati sul bordo dei viale Caduti del Lavoro, a Verona, in zona Saval. Un disservizio segnalato dai cittadini e di cui si è occupato il consigliere comunale del Partito Democratico Federico Benini. «Nella documentazione raccolta presso gli uffici comunali - spiega Benini - risulta che la ditta incaricata del servizio, la cooperativa Spread Affissioni, con sede legale a Carmiano, Lecce, è già stata destinataria in passato di alcune contestazioni da parte del Comune di Verona, con riguardo ad esempio, alla scarsa omogeneità nel coprire vie e quartieri della città, all'"evidente difficoltà nella gestione delle affissioni nei periodi di maggiore richiesta" e ai "continui reclami da parte di privati e associazioni per manifesti oscurati anticipatamente"».

Dunque, il problema segnalato dai cittadini non è il solo riguardante la cooperativa che vinse l'appalto per le affissioni. «Quell'appalto è stato affidato con il criterio del minor prezzo nel 2017 ed è valevole fino al 2022 - ha aggiunto il consigliere comunale del PD - Venne acquisito dalla ditta, che allora si chiamava Spread Adv, con un ribasso d'asta del 52,60% per un corrispettivo di 474mila euro, Iva esclusa. L'eccessivo ribasso fece scattare i controlli di rito per "offerta anomala" ma i controlli si conclusero, come di solito accade, con la riconferma dell'aggiudicazione».
Per Benini, il disservizio era quindi prevedibile. «Gli appalti che prendono le ditte per il collo tendono a generare malcontento tra la popolazione perché fanno scadere la qualità del servizio - conclude il consigliere comunale - Per questa ragione chiediamo che, a scadenza dell'attuale appalto, nel 2022, venga predisposta una nuova gara basata sul criterio della migliore offerta economica che tenga conto, oltre che del prezzo, anche della qualità del servizio».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affissioni, Benini (PD): «Qualità del servizio bassa a causa del bando»

VeronaSera è in caricamento