rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Politica

Segreteria, il Carroccio prepara lo sgambetto al sindaco

Tosi il candidato numero uno per succedere a Gobbo, ma la sua elezione non scontata

La spaccatura tra il sindaco di Verona Flavio Tosi e la Lega Nord, soprattutto quella Veneta, sui festeggiamenti del 150mo dell'unità d'Italia, in un periodo caldo della politica nazionale, potrebbe allontanare Tosi dalla segreteria regionale del partito, cosa che, tra l’altro, non dispiacerebbe ad alcuni dei suoi compagni di partito, i quali si sentono offuscati dalla sua popolarità e dal consenso che il sindaco ha non solo a Verona.

La chiave di volta della questione potrebbe essere il congresso di luglio del Carroccio, appuntamento nel quale si dovrà decidere il successore di Gobbo alla segreteria regionale del partito. Il candidato numero uno è proprio Tosi, che già nel 2008 doveva diventare segretario, ma fece un passo indietro con l’accordo che fosse candidato alla Regione. Ma da Roma il senatùr Umberto Bossi fu categorico e “piazzò” a palazzo Balbi il suo delfino Luca Zaia. Lo sgambetto ad uno dei sindaci più amati d'Italia (secondo l'annuale classifica de ilSole24Ore è sul podio per la terza volta consecutiva, ndr) è dietro l'angolo.


Su questo tema aveva detto la sua, giorni fa, anche il senatùr Umberto Bossi, al quale è stato chiesto un parere sul possibile successore di Gobbo: "Nessuno puo' intervenire, ci sono i congressi. Non c'è al momento nessun designato - aveva sottolineato il segretario del Carroccio -. Si va al congresso e chi vince diventa segretario". Bossi aveva aggiunto anche che  "Gobbo fino adesso ha fatto bene. Speriamo soltanto che venga uno che non rompa le palle, uno che che non si faccia intrappolare dai miraggi romaneschi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segreteria, il Carroccio prepara lo sgambetto al sindaco

VeronaSera è in caricamento