menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salvataggio banche venete, Tosi attacca Zaia: "Sempre solo chiacchiere"

Il sindaco di Verona e segretario di "Fare!" accusa il governatore del Veneto Luca Zaia di non aver fatto abbastanza, attraverso Veneto Sviluppo, per il salvataggio della banche venete

Mercoledì 24 maggio i due ad degli istituti di credito Popolare di Vicenza e Veneto Banca si erano incontrati a Bruxelles con lo staff che tratta il loro caso. La Commissione era parsa molto rigida sulla gestione della crisi, sostenendo la tesi in base alla quale per la ricapitalizzazione servirebbe un miliardo aggiuntivo dai privati.

Sul tema era quindi intervenuto il ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina: "Chi lo dice che ci vuole un miliardo? Su queste banche i privati hanno già perso dei soldi, a questo punto bisogna garantire la possibilità di metterle in sicurezza attraverso un intervento pubblico".  A stretto giro le parole del Ceo di Intesa San Paolo erano state riprese e rimarcate dal governatore del Veneto Luca Zaia: “Parole inequivocabili e definitive quelle pronunciate oggi da Carlo Messina che si riassumono in quello che vado ripetendo da settimane: la situazione delle ex Banche Popolari venete volge verso il dramma. È ridicolo pensare che i privati, che in quelle banche hanno già perso milioni, possano sobbarcarsi un altro miliardo di intervento finanziario. L’intervento pubblico è indispensabile, ma dal governo ancora nessun segnale”.

È in questo quadro che s'inserisce il tweet velenoso lanciato all'indirizzo di Luca Zaia da parte del sindaco di Verona e segretario di "Fare!" Flavio Tosi, il quale dal suo account Twitter ha scritto: "Zaia avevi promesso interventi decisivi di Veneto Sviluppo per salvare le banche venete (e qualche banchiere amico)! Sempre solo chiacchiere!".

TWEET tosi banche zaia veneto sviluppo

Un attacco schietto e diretto questo di Tosi nei confronti di Zaia, perfettamente in linea, peraltro, con quanto dichiarato dal capogruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale Stefano Fracasso: "Zaia accusa lo Stato di dimenticarsi delle banche venete. Ma cosa ha fatto negli ultimi sei mesi, concretamente, Veneto Sviluppo per il nostro sistema produttivo? Visto che Zaia contrappone sempre l’efficienza della Regione all’inazione del Governo, vogliamo vedere se Veneto Sviluppo ha fatto di più e meglio di quanto ha fatto lo Stato per le banche".

Nel frattempo, Pier Carlo Padoan, ieri lasciando il Forum della P.a e rispondendo alle domande sulla situazione delle banche venete aveva dichiarato che "il bail-in è una ipotesi esclusa", specificando ulteriormente "ci sono le procedure europee su cui stiamo lavorando, non c'è nessun problema di liquidità. Serve un monitoraggio continuo sulla situazione e noi contiamo di arrivare a una soluzione consolidata in tempi brevi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Da Verona parte la crociata contro Sanremo, Castagna: «È diventato Sodoma e Gomorra?»

Attualità

L'ospedale di Negrar si aggiunge ai centri di vaccinazione anti-Covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento