Scadenze Imu e Tasi, Michele Croce: "Abbatteremo le aliquote al minimo"

Il candidato sindaco per Verona Pulita, rilancia sulla propria idea di tagli alla spesa: "Via portavoce e consulenti, rami d'azienda inutili, CdA e super-direttori, oltre all'azzeramento dei contributi clientelari a pioggia e dei dirigenti a chiamata"

É scaduto venerdì 16 dicembre, il termine per pagare il saldo di Imu e Tasi, l’immancabile appuntamento con i tributi comunali sugli immobili. I veronesi verseranno milioni di euro e riusciranno così a rovinarsi Natale e Capodanno; chi ha la fortuna di avere la Tredicesima la investirà in tasse.

Queste le parole di Michele Croce, candidato sindaco alle prossime elezioni comunali per Verona Pulita, sulla scandenza che ha toccato in questi giorni i veronesi. L'ex presidente Agec poi lancia la sua idea in caso di vittoria alla tornata elettorale primaverile. 

Da tempo l'atteggiamento degli amministratori locali è quello di impotenza e rassegnazione. Invece potrebbero fare molto. Se diventerò sindaco di Verona abbatteremo le aliquote al minimo di legge grazie ai tagli alla spesa che attueremo, come indicato chiaramente nel nostro programma: via portavoce e consulenti, rami d'azienda inutili, CdA e super-direttori, oltre all'azzeramento dei contributi clientelari a pioggia e dei dirigenti a chiamata.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito da un treno a Balconi di Pescantina: caos e disagi in stazione

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 18 al 20 ottobre 2019

  • Col furgone tampona mezzo pesante in A22, muore giovane veronese

  • Veronese violentata dopo una serata al Mascara, arrestato il branco

  • Volotea, due nuove rotte dal Catullo e l'offerta biglietti sfiora il milione

  • Quaterna fortunata messa a segno in provincia: vinti oltre 50 mila euro

Torna su
VeronaSera è in caricamento