Sboarina annuncia: «Nuovi orari Ztl. Chiusura ristoranti e bar alle 18 è incomprensibile»

Il sindaco di Verona critica la misura contenuta nel Dpcm: «Decisione che avrà ripercussioni pesanti su un importante comparto dell'economia veronese». L'Ass. alle Attività produttive Zavarise: «Titolari delle imprese stanno ancora aspettando quanto già promesso in estate»

Il sindaco di Verona Federico Sboarina - foto Facebook

«In maniera incomprensibile, il nuovo Dpcm di oggi fa chiudere ristoranti, pub, pasticcerie, gelaterie, bar, pizzerie, ecc. alle 18. Una decisione che avrà ripercussioni pesanti su un importante comparto dell'economia veronese». Lo afferma in una breve nota il sindaco di Verona Federico Sboarina che poi annuncia una novità nel centro storico in merito agli orari delle Ztl: «Per aiutare l'intero settore e agevolare i cittadini, - ha spiegato il sindaco Sboarina - poiché è invece permesso l’asporto (per ristoranti, pub, pasticcerie, gelaterie, bar, pizzerie, ecc), domani firmerò l’ordinanza di prolungamento dell’apertura pomeridiana della Ztl. La nuova finestra sarà dalle 16 alle 24. La tutela della salute è l'impegno prioritario, ma deve essere garantita salvaguardando anche l'altro bene primario, - ha concluso il sindaco di Verona - che è il tessuto impreditoriale e le conseguenti necessità economiche delle nostre famiglie».

Così ha commentato il presidente di Confcommercio Verona Paolo Arena l'annuncio fatto dal sindaco del capoluogo scaligero: «Confcommercio Verona ringrazia il primo cittadino per la decisione di garantire un accesso alla Ztl più ampio e nell'apprezzare tempestività e sensibilità, auspica che l'orario sia reso ancoro più ampio, dalle 13 fino alla mezzanotte».

Nuovo Dpcm, c'è la firma del premier Conte: stop servizio al tavolo nei locali dalle ore 18

Anche il commissario provinciale della Lega Nicolò Zavarise, nonché assessore alle Attività economiche e produttive del Comune di Verona, ha duramente criticato in una nota l'ultimo provvedimento firmato dal presidente del Consiglio: «Il Dpcm emanato dal governo Pd-5 Stelle è l’ennesimo colpo mortale alle attività economiche del Paese. Un provvedimento che ancora una volta va contro attività e famiglie già duramente colpite dal lockdown e che non considera tutti gli investimenti che gli imprenditori soprattutto delle piccole aziende hanno dovuto sostenere per adeguarsi agli standard di sicurezza sanitaria imposti nei mesi scorsi». Lo stesso assessore comunale Nicolò Zavarise ha quindi aggiunto: «Conte parla di indennizzi e contributi a fondo perduto per chi sarà costretto nuovamente a chiudere o a rallentare la propria attività ma i titolari di varie imprese stanno ancora aspettando quanto già promesso in estate e mai mantenuto, a conferma di un governo lontano dal Paese, lontano dai bisogni della gente».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento