rotate-mobile
Politica

Sanit, l'Idv: "Adesso vogliamo chiarezza"

Domani Consiglio straoridinario in Regione. Franchetto:"Prima della Lega sistema eccellente"

Un chiarimento sui conti della sanità veneta lo chiederà l’opposizione durante il Consiglio straordinario regionale fissato per domani. Sono stati i gruppi consiliari di Pd, Idv e Udc a volere la seduta chiarificatrice, momento nel quale gli esponenti dell’opposizione denunceranno quella che, secondo loro, è stata una cattiva gestione della sanità regionale.

“Nel Veneto il sistema era eccellente – ha detto il capogruppo dell’Idv in Regione Gustavo Franchetto – non certo per merito della Lega, ma grazie a chi l’ha creato negli anni ’80 e ’90”. Secondo Franchetto il problema maggiore è il fatto che si siano susseguiti 4 assessori in 6 anni “impedendo di fatto che si sviluppasse una programmazione seria. Anche perché – aggiunge il capogruppo del Idv – a guidare la sanità veneta sono stati chiamate persone che non avevano competenze in merito. Questi, seppur tutti dotati di grande intelligenza, sono rimasti troppo poco all’assessorato per poter capire la situazione”.


La richiesta pressante dell’opposizione è quella di conoscere i conti. “Siamo stanchi di questo balletto di numeri – ha detto il consigliere regionale dell’Udc Stefano Valdegamberi -, vogliamo avere certezze. Stanno giocando con i conti”. Il mirino del consigliere si sposta poi sulla Lega: “C’è un tentativo da parte di Zaia di far credere che loro sono arrivati ed hanno trovato il buco, ma il presidente forse si dimentica che lui è stato vice governatore e che la sanità veneta da 6 anni è governata dalla Lega e da Flavio Tosi, che ancora oggi la controlla”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanit, l'Idv: "Adesso vogliamo chiarezza"

VeronaSera è in caricamento