Sabato, 16 Ottobre 2021
Politica San Giovanni Lupatoto / Via Roma

Vantini non più sindaco di San Giovanni Lupatoto: "A rimetterci sarà la comunità"

Arrivato il commento di Federico Vantini dopo che 9 consiglieri del suo Consiglio Comunale si sono dimessi per fare decadere la sua amministrazione. Per lui è uno sgambetto anche al paese

Mercoledì 8 luglio l'ormai ex sindaco di San Giovanni Lupatoto Federico Vantini ha indetto un conferenza stampa di addio, accompagnato dai suoi assessori e dai suoi consiglieri, anch'essi decaduti dopo le dimissioni di massa di 9 consiglieri che hanno così decretato la decadenza dell'amministrazione comunale. L'unico assente, il suo vicesindaco, Daniele Turella. Come riporta L'Arena, Vantini ha dichiarato: "Che cosa farò? Tornerò a fare l'architetto, anche se la passione per la politica resta". Non sarebbe quindi un addio quello di Vantini, ma forse un arrivederci.

"Le battaglie personali che ricadono sulle spalle della cittadinanza: questa è davvero la politica contro cui bisogna combattere. Ci hanno affossati quando hanno capito che da soli potevamo arrivare in fondo acquisendo obiettivi importanti. Il mio maggiore rammarico è però per i sei milioni di euro di opere pubbliche che eravamo in grado di realizzare entro la fine del mandato e che subiranno un ritardo minimo di sedici mesi". Infatti, ci vorranno 10 mesi per eleggere un nuovo consigio e il nuovo sindaco avrà bisogno almeno di sei mesi per avviare o ripristinare i progetti messi in campo.

Sempre su L'Arena, Vantini elenca cosa si fermerà a causa dello scioglimento dell'amministrazione comunale: "Per la scelta scellerata delle dimissioni si bloccheranno gli appalti per 500mila euro per le asfaltature, i 400mila per il senso unico di via IV Novembre e la sistemazione delle vie vicine, i 270mila per la riparazione dei marciapiedi e i 150 mila per il rifacimento del ponte di Comotto. Oltre ai progetti del polo culturale delle scuole Pindemonte, finanziato con un sblocco del patto di stabilità che andrà a quel paese, e della nuova scuola di via Monte Ortigara. Tutto ciò va all'aria perché invece del bene del paese si è voluto far prevalere gli aspetti e i rancori personali". L'ex sindaco non ha mancato di commentare il comportamento dei 9 consiglieri, alcuni dei quali hanno fatto parte della maggioranza. Su questi ultimi, ha dichiarato: "Mi hanno criticato per le mie aperture ma sono stati loro i primi ad allearsi con il centro destra per affossare l'amministrazione comunale. Se potessi tornare indietro non cambierei assolutamente nulla delle mie decisioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vantini non più sindaco di San Giovanni Lupatoto: "A rimetterci sarà la comunità"

VeronaSera è in caricamento