Politica Borgo Trento / Viale della Repubblica

Parrocchia contesta riqualificazione dell'Arsenale: «Mercato troppo vicino»

Il progetto prevede un mercato nell'area Est del compendio risalente all'epoca asburgica «a pochi metri dai muri della chiesa e dell'oratorio e quindi dalle loro attività»

Parrocchia di San Francesco a Verona (Foto Gmaps)

«Sulla riqualificazione dell'Arsenale spunta una nuova grana». A segnalarla è il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco, che ha condiviso la lettera sottoscritta insieme al consiglio pastorale da don Federico Zardini, parroco della chiesa di San Francesco d'Assisi. Il sacerdote ha scritto alla Curia, all'assessore all'urbanistica Ilaria Segala ed ai componenti della commissione temporanea sull'Arsenale, motivando le sue critiche al progetto di riqualificazione dell'Arsenale ed in particolare sull'ipotesi di realizzare un mercato nell'area ad Est del compendio risalente all'epoca asburgica.

Per Bertucco, la «grana» era prevedibile e quindi sarebbe stata «colpevolmente ignorata da parte dell'amministrazione comunale». La parrocchia di San Francesco d'Assisi ha contestato il fatto di non essere stata coinvolta nella fase di progettazione della riqualificazione. Un progetto che prevede appunto un mercato coperto «a poco più di una decina di metri dalle mura», ha segnalato don Federico Zardini, che ha poi proseguito: «Si ribadisce la contrarietà per la scelta di ubicare un mercato cittadino a pochi metri dai muri della chiesa e dell'oratorio e quindi dalle loro attività».
«L'attenzione posta a non creare disturbi e interferenze con le attività parrocchiali di fatto ha portato alla conseguenza di lasciare nel "recinto" la chiesa e l'oratorio escludendoli dal compendio dell’Arsenale - è stato scritto nella lettera - Si evidenzia che tale soluzione si discosta fortemente da quanto previsto nelle linee di indirizzo redatte dal Politecnico di Milano, che raccolgono le prime considerazioni e valutazioni espresse dalla parrocchia stessa, richiamando la necessità di integrare in modo forte il nuovo Arsenale con la chiesa di San Francesco d’Assisi».

lettera parrocchia riqualificazione arsenale-4

lettera parrocchia riqualificazione arsenale 2-2

lettera parrocchia riqualificazione arsenale 3-2

«Il pio sindaco Federico Sboarina non ha dunque pensato che un mercato cittadino potesse creare non pochi disturbi alle attività della parrocchia soprattutto negli orari delle celebrazioni e degli incontri - è stato il commento di Bertucco, dopo aver letto il messaggio della parrocchia - Oppure l'ha pensato e ha deciso che gli importava, visto che nell'ultima commissione il sottoscritto ha espressamente richiesto a che punto fossero i rapporti con la parrocchia San Francesco e gli è stato risposto che c’era una interlocuzione ancora in corso. Ma l’interlocuzione di fatto non c’è, c’è solo contrarietà per delle soluzioni non condivise e invasive. L’amministrazione giustifica il posizionamento del mercato con le attività di cucina sociale, laboratori per bambini e famiglie, spazi d’incontro intergenerazionale che potrebbe svolgere la parrocchia, ma il suo consiglio pastorale dice chiaramente che le possibili relazioni con la parrocchia possono essere realizzate anche con un mercato ubicato in altra zona dell’Arsenale».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parrocchia contesta riqualificazione dell'Arsenale: «Mercato troppo vicino»

VeronaSera è in caricamento