Turismo, Bertucco: "Verona guidi il rilancio, dialogando con la Provincia"

Per il consigliere comunale "da tempo i servizi di informazioni turistiche languono, ridotti ai minimi termini e i servizi di accoglienza sono stati lasciati andare alla deriva"

Iat Verona (Foto Gmaps)

Una risorsa che l'amministrazione comunale non ha sfruttato a dovere. Così la consigliera comunale PD Elisa La Paglia ha definito il turismo nella città di Verona, ascoltando le lamentele giunte dai visitatori e dagli operatori del turismo. Ma sul tema in città tiene banco anche la vicenda dello Iat in centro, la cui gestione passerà dalla società Provincia di Verona Turismo Srl alla cooperativa Culture. Un affidamento contestato dalla società che prima gestiva l'ufficio e che adesso ha fatto ricorso al Tar.

Da questo spunto prende il via la riflessione di un altro consigliere comunale di minoranza Michele Bertucco di Verona e Sinistra in Comune, che ritiene che "da tempo i servizi di informazioni turistiche languono, ridotti ai minimi termini. Per anni ci si è fatto vanto dell'accresciuto numero di presenze di vacanzieri e visitatori in città, lasciando contemporaneamente andare alla deriva il sistema dei servizi di accoglienza, questo a causa anche dell'enorme pasticcio politico che a livello nazionale ha colpito le Province".

Ricorso al Tar a parte, Bertucco chiede che sia la politica a muoversi per portare dei cambiamenti sulla gestione del turismo in città. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È inevitabile, auspicabile e necessario riprendere il dialogo con la Provincia di Verona, con la quale occorre concordare una prospettiva di graduale rilancio dei servizi di accoglienza. I temi del rilancio sono già tutti noti, a partire dal coinvolgimento dei comuni veronesi del lago interessati al naturale interscambio di flussi. Poiché è difficile pensare che, nelle condizioni in cui si trova, la Provincia possa prendere qualsiasi tipo di iniziativa, sta al Comune assumere un ruolo di guida nella fase di rilancio legandola necessariamente al rilancio della lirica veronese e dell'offerta culturale cittadina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La montagna vicino Verona: 5 fantastiche escursioni a due passi dalla città dell'amore

  • A4, morto per un malore in terza corsia: scontri pericolosi evitati grazie ad un'auto e un tir

  • Rischio temporali in Veneto anche sul Garda e in Lessinia: l'allerta della protezione civile

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

  • Coronavirus: a Verona segnalati +20 casi in 24 ore e crescono gli attuali positivi in Veneto

  • La sua ragazza non risponde e chiama il 112: trovata in una casa con droga e refurtiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento