Lega Nord: "Per i quadri di Castelvecchio è stato pagato un riscatto?"

Il senatore Paolo Tosato presenterà un'interrogazione parlamentare. Paolo Paternoster: "La vicenda della restituzione ha assunto connotazioni sempre meno chiare"

La restituzione dei quadri al museo di Castelvecchio sarebbe stato il lieto fine ideale per la rapina subita dal museo veronese, con la refurtiva restituita e i rapinatori condannati. I titoli di coda sono stati però interrotti dalle polemiche su un presunto riscatto pagato dall'Italia all'Ucraina per riavere le opere. Il dubbio e la richiesta di fare chiarezza riguarda un milione di euro per aiuti umanitari pagati dall'Italia esattamente il giorno prima della partenza delle tele da Kiev verso Verona

Una coincidenza oppure no? Lo chiederà attraverso un'interrogazione parlamentare il senatore leghista Paolo Tosato, come annunciato dal segretario provinciale della Lega Nord Paolo Paternoster: "Fin dal furto delle opere d'arte da Castelvecchio e il successivo ritrovamento in Ucraina, questa vicenda ha assunto via via connotazioni sempre meno chiare, che hanno fatto insorgere il sospetto che il presidente Poroshenko (immeritatamente e frettolosamente insignito della cittadinanza onoraria dal sindaco Tosi) con i continui rinvii della restituzione, stesse tirando la corda per avere una qualche contropartita. Ora il pagamento di questa somma di un milione di euro, con i soldi dei contribuenti italiani, rafforza questo sospetto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con un'interrogazione parlamentare la Lega vuole "chiarire cosa è realmente avvenuto dietro le quinte e far sapere ai cittadini se dei soldi pubblici sono stati spesi per far riavere i quadri a Verona - conclude Paternoster - Restituzione che sarebbe stata in ogni caso doverosa, senza ridicoli conferimenti di cittadinanze onorarie o riscatti ad un personaggio sempre più squalificato e responsabile del massacro di migliaia di civili inermi nelle regioni del Donbass, nell'est Ucraina".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • Gardaland annuncia la data della riapertura ufficiale: attrazioni all'aperto tutte disponibili

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

  • Fatture false per evadere l'Iva, sequestri per 74 milioni ad azienda veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento