Regione Veneto, ecco la nuova Giunta di Zaia: De Berti Vicepresidente

L'avvocato veronese ha preso il posto del dimissionario Forcolin. Per il resto c'è un solo volto nuovo della nuova "squadra" che affiancherà il presidente, quello di Francesco Calzavara

 

«Oggi presentiamo la nuova Giunta regionale. Non sarà una passeggiata, c'è grande preoccupazione e responsabilità - ha esordito il Governatore da Palazzo Balbi -. È un onore ma al tempo stesso anche un impegno enorme. Siamo in un momento in cui i veneti hanno bisogno di rappresentanza. Ringrazio gli assessori uscenti della mia precedente giunta. Una squadra che ha fatto un lavoro unico e strepitoso, lo dicono i dati e le riforme fatte. Non è stata una scelta facile quella di nominare gli assessori della nuova giunta - ha spiegato Zaia -. Ho incontrato gli assessori uno ad uno, hanno tutti le competenze per svolgere con competenza i loro incarichi. La vera sfida sarà quella di rappresentare tutti i veneti, anche quelli che non ci hanno votato. Penso che il Veneto potrà uscire da questa situazione di difficoltà solo con il lavoro di squadra. Per questo mi appello anche alla minoranza del Consiglio regionale con cui abbiamo lavorato molto bene già nella precedente amministrazione. L'obiettivo resta quello di lavorare per il bene comune dei veneti e cercare di portare a casa l'autonomia».
Dopo la rinconferma arrivata con il plebiscito dell'ultima tornata elettorale, il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha presentato la sua "squadra", con la quale amministrerà il territorio per i prossimi cinque anni. 
«Partire con squadra ridotta è un segnale di austerity, restano due posizioni che magari andremo a colmare in un secondo momento ma vogliamo provare a partire così», ha detto Zaia commettando la scelta di nominare solo 8 assessori, almeno per la prima fase. 

La Giunta

È una veronese a raccogliere l'eredità di Gianluca Forcolin, Vicepresidente dimissionario dopo il caso dei bonus Inps. Si tratta di Elisa De Berti, avvocato, che avrà le deleghe di affari legali e il contenziososo, infrastrutture, trasporto pubblico locale, mobilità sostenibile, lavori pubblici, navigazione interna e portuale, mobilità sostenibile.

Confermato anche il bellunese Gianpaolo Bottacin già all'assessorato all'Ambiente, avrà le deleghe di programmazione salvaguardia ambientale, Protezione civile, partecipazione, difesa del suolo, rischio idrogeologico, coordinamento del Piano straordinario, alienazioni: «Sono sicuro farà un grande lavoro anche nei prossimi 5 anni» ha detti Zaia.

Già sindaco di Jesolo, Francesco Calzavara è l'unico volto nuovo della giunta. A lui sono stati consegnati assessorati di rilievo come quelli al Bilancio, Tributi, Rapporti con il Credito, Demanio e Patrimonio, Sistema informatico, Agenda digitale e Anticorruzione.

Rinominato anche Federico Caner, già capogruppo della Lega in Consiglio regionale e assessore al Turismo, avrà la delega a rappresentare il governatore nella Conferenza delle Regioni qualora il presidente non ci possa essere. "Un assessore che si specializza sempre di più", ha dichiarato Zaia. Avrà inoltre le deleghe di Programmazione Fsc, programma Italia-Croazia, trasporti a fune, commercio esterno e internazionalizzazione, politica agricola, piano sviluppo rurale. Si ricostituisce il nuovo assessorato Agricoltura-Turismo.

Cristiano Corazzari sarà l'assessore ai Beni Culturali, edilizia sportiva, flussi migratori e minoranze linguistiche. Le novità per Corazzari saranno caccia, pesca e acquacoltura, tipiche della riviera di Rovigo, Chioggia e Caorle. 

Istruzione, Ricerca e Pari Opportunità, sono gli assessorati di cui si occuperà la confermata Elena Donazzan.  

Sarà ancora Manuela Lanzarin l'assessore alla Sanità e al Sociale, dopo aver svolto lo stesso ruolo nel corso dell'emergenza sanitaria per la diffusione del Covid-19. 

Infine confermate le deleghe alle Attività produttive insieme alla riconversione di Porto Marghera a Roberto Marcato

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento