Referendum. Il M5S a Verona per il No. Tosi: "Non cambiare è sbagliato"

Il tour pentastellato arriverà nel capoluogo scaligero domenica 13 novembre. Ma il primo cittadino è schierato a favore della riforma, come Laura Puppato che rischia di essere espulsa dall'Anpi

Si avvicina il giorno della tappa veronese del tour organizzato dal Movimento 5 Stelle per spiegare le ragioni del No al referendum costituzionale del 4 dicembre.

Partito oggi, 10 novembre, da Aosta, l'Io di No Tour arriverà a Verona domenica 13 novembre in piazza Cittadella. Il comizio è previsto alle 17 e sarà anticipato da un corteo che partirà dalla stazione di Verona Porta Nuova alle 16.30. Tra i partecipanti ci saranno i parlamentari pentastellati Cozzolino, Gaetti, Endrizzi, D’Incà, Sorial, Di Battista, Zolezzi, Cappelletti, Fraccaro oltre ai veronesi Businarolo e Fantinati. Si aggiungeranno anche i consiglieri regionali, Brusco e Scarabel insieme ai portavoce in Comune di Verona Saurini, Benciolini e Mantovani.

Intanto a Roma il primo cittadino di Verona Flavio Tosi ha partecipato all'incontro "Basta un Sìndaco" per il Sì al referendum. "Il merito principale di questa riforma è la governabilità attraverso la semplificazione del percorso legislativo - ha detto Tosi - Oggi abbiamo la Camera ed il Senato, 945 parlamentari tra deputati e senatori, che fanno la stessa cosa. È come se in un comune ci fossero due consigli comunali, identici, e che i cittadini votassero per due consigli comunali, dove il sindaco magari in uno è maggioranza e nell’altro è opposizione, dove deve portare le stesse delibere da tutte e due le parti e se una delibera viene modificata nel secondo consiglio comunale deve ritornare per forza nel primo. Ci vuole governabilità, bisogna che qualcuno vinca le elezioni, abbia la maggioranza nell’unica camera e possa fare le riforme. Questa non sarà la miglior riforma possibile, ce ne possono essere anche altre, ma il 4 dicembre si voterà o per cambiare, o per lasciare così le cose. E lasciare così le cose sarebbe profondamente sbagliato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E tra i sostenitori della riforma c'è anche la parlamentare veneta del PD Laura Puppato che per questo rischia di essere espulsa dall'Anpi, l'associazione dei partigiani che è invece schierata a favore del No alla riforma. "Sono iscritta da molti anni, perché credo vada portata avanti questa esperienza di associazionismo che onora chi ha combattuto per la libertà del nostro paese e vigila sul rispetto dei diritti di tutti, ma oggi vedo che non è importante il valore delle persone, la loro storia, il loro impegno per la democrazia bensì essere o meno al governo del paese, come se stare a fianco di Casa Pound potesse essere accettabile solo per condividere un No che sa di odio verso il premier Renzi. Altro non si può dire, visto che i contenuti della riforma sono rafforzativi delle regole democratiche e si garantisce il buon esito di referendum e leggi di iniziativa popolare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus: 11 nuovi casi in Veneto e l'ospedale di Borgo Trento torna ad avere ricoverati

  • La montagna vicino Verona: 5 fantastiche escursioni a due passi dalla città dell'amore

  • A4, morto per un malore in terza corsia: scontri pericolosi evitati grazie ad un'auto e un tir

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

  • La sua ragazza non risponde e chiama il 112: trovata in una casa con droga e refurtiva

  • Drammatica uscita di strada autonoma in A4: conducente morto sul posto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento