rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Politica

Referendum, come si vota

Tre quesiti propongono l'abrogazione della legge elettorale

Domenica 21 e lunedì 22 saranno chiamati alle urne 50 milioni di italiani per il referendum abrogativo che, se approvato, indirizzerà il Paese verso una prospettiva bipartitica. Gli elettori dovranno pronunciarsi in merito a tre quesiti: il primo, contrassegnato da una scheda viola, e il secondo, su una scheda beige, riguarderanno le modalità di attribuzione del premio di maggioranza alle liste più votate candidate rispettivamente alla Camera dei Deputati su base nazionale e al Senato su base regionale. È previsto un innalzamento della soglia di sbarramento per entrambi gli organi parlamentari: soglia minima del 4% per la Camera e dell’8% per il Senato. Se il 50,1% dei votanti propenderà per il sì, le coalizioni di partito tenderanno a scomparire e l’assetto frammentario del Parlamento cederà il posto al modello bipartitico. Il terzo quesito, contraddistinto da una scheda verde, riguarderà l’abrogazione delle candidature multiple: se i voti andranno a favore del sì, sarà vietata la candidatura a più di un collegio. Inoltre in quest’occasione avverrà il ballottaggio per l’elezione del sindaco nei comuni di San Bonifacio e Negrar, dato che nella precedente tornata amministrativa, nessuno dei candidati alla poltrona ha raggiunto oltre il 50% delle preferenze. Per esercitare il diritto di voto, gli elettori dovranno presentarsi ai seggi muniti di un documento d’identità e della tessera elettorale. Chi l’avesse smarrita, potrà richiederla all’ufficio elettorale del proprio comune di residenza. Nel Comune di Verona,  l’ufficio elettorale è in via Adigetto ed è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e il sabato dalle 9 alle 12. In occasione della consultazione referendaria verrà consentito il libero accesso alla ZTL da domani alle 13:30 fino alle ore 20 di lunedì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum, come si vota

VeronaSera è in caricamento