menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Votazione in Parlamento

Votazione in Parlamento

Da Massimo Ferro a Vania Valbusa, quanto guadagnano i parlamentari veronesi

Il forzista Ferro è il più ricco con una dichiarazione del 2019 di 585mila euro. La leghista Valbusa è quella che dichiara di meno ed è l'unica con una dichiarazione patrimoniale inferiore agli 80mila euro

Non tutti hanno ancora pubblicato il dato aggiornato al 2019, ma sui siti della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica si possono leggere le dichiarazioni patrimoniali dei parlamentari italiani. Dati curiosi, che mostrano ai cittadini quanto guadagnano i loro rappresentanti, alcuni dei quali vivono solo del loro stipendio mentre altri arrotondano con altre entrate.

La palma del parlamentare veronese più ricco nel 2019 è andata al senatore Massimo Ferro di Forza Italia. Nato a San Bonifacio e residente a Lazise, Ferro è un imprenditore e nel 2019 ha dichiarato un reddito di poco superiore ai 585mila euro. È un imprenditore anche il secondo in graduatoria e il primo fra i deputati veronesi, Gianni Dal Moro del Partito Democratico. Nella sua dichiarazione patrimoniale si legge la cifra di 146mila euro. E il terzo parlamentare più ricco (anche se il dato è del 2018) è Davide Bendinelli, con 131mila euro dichiarati. Sopra i centomila euro dichiarati anche il senatore leghista Paolo Tosato con quasi 122mila scritti nella documentazione patrimoniale del 2019.
Dichiarano meno di 100mila euro tutti gli altri parlamentari veronesi in carica e per alcuni di loro l'elezione ha portato un bel cambiamento. Basta confrontare le cifre dichiarate prima e dopo l'arrivo in Parlamento. La leghista Vania Valbusa, ad esempio, è la veronese che dichiara di meno, sfiorando gli 80mila euro, ma sono comunque tanti se li si confronta con i 15mila dichiarati in passato. E cambiamenti simili li hanno vissuti anche i deputati Vito Comencini, Paolo Paternoster, Roberto Turri, Ciro Maschio e il senatore Cristiano Zuliani.
In linea con quanto dichiarato in passato, infine, coloro che già erano parlamentari o europarlamentari e sono stati rieletti, come Lorenzo Fontana, Stefano Bertacco, Diego Zardini, Vincenzo D'Arienzo, Alessia Rotta, Francesca Businarolo e Mattia Fantinati, i quali dichiarano somme tra gli 80mila e 100mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento