menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riqualificazione ex Arsenale, è polemica: "L’ultimo boccone avvelenato di Tosi"

Gennari: "Poco serio prevedere solo 35 giorni di tempo per altre proposte. I consiglieri non si prestino a un voto poco informato". Critico anche Bertucco: "Idea semplicemente folle"

Così come è emerso nella giornata di ieri, Ex Arsenale, deliberato il bando di gara. Entro fine giugno l'aggiudicazione
la giunta scaligera ha dato ufficialmente il via alla presentazione delle proposte per il recupero e la riqualificazione dell'ex Arsenale di Verona. In consiglio comunale non si è raggiunto il numero legale quando si è trattato di votare la mozione per bloccare il procedimento, avanzata da Bertucco, che pertanto non è stata nemmeno discussa.

Il Sindaco Flavio Tosi ha spiegato così l'iniziativa intrapresa: "Dopo la pubblicazione all'albo pretorio, ci sarà tempo 35 giorni per presentare offerte alternative a quella di Italiana Costruzioni. Scaduti i 35 giorni se non ci saranno altre offerte, la gara sarà aggiudicata in tempi rapidi, presumibilmente entro il 25 giugno".

Naturalmente la cosa non ha mancato di suscitare polemiche, essendo l'attuale Amministrazione in scadenza di mandato e le elezioni ormai prossime. In molti, infatti, ritengono che un tema così delicato come quello della riqualificazione dell'ex Arsenale si sarebbe dovuto lasciare gestire ai nuovi amministratori della città, e invece è giunta la repentina delibera sulla gara per la presentazione delle proposte per il recupero dell'area.

Immediate anche le repliche piccate da parte delle opposizioni, a cominciare dai 5 Stelle per voce del candidato Sindaco Alessandro Gennari: "La notizia dell’approvazione in sede di giunta comunale della delibera sul progetto Arsenale, è tanto attesa quanto spiacevole. L’amministrazione Tosi vuole regalare l’ultimo “boccone avvelenato” prima di andarsene. E al futuro sindaco non resterà che il proverbiale cerino in mano. Confidiamo che i consiglieri comunali non si prestino a questo gioco: la delibera arriva in ritardo ed è impossibile avere un voto davvero informato".

"È davvero ridicolo che ci siano appena 35 giorni di tempo per presentare progetti alternativi - ha poi concluso Gennari -. Se si vuole fare un bando europeo serio e non qualcosa che sembri confezionato su misura per qualcuno, si deve prevedere il tempo necessario affinché gli studi internazionali prendano visione dell’opportunità". Sulla stessa lunghezza d'onda anche Michele Bertucco, promotore della mozione per bloccare la deliberazione in aula che tuttavia non è stata nemmeno discussa: "È semplicemente folle la decisione della giunta di bandire la gara sul project Arsenale senza attendere il parere della Soprintendenza e dell’Autorità anticorruzione. Come sul Traforo, il Sindaco non si rende conto dei danni che sta arrecando alla città sostenendo apertamente e incondizionatamente le ragioni dei privati (che non lavorano con soldi propri ma con quelli dei cittadini) contro i pareri e le posizioni dei tecnici comunali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento