menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Profugo arrestato per rapina, Lega: "Espulsione e chiusura di Costagrande"

È il consigliere di Terza Circoscrizione Nicolò Zavarise a commentare l'episodio avvenuto in via Palladio il 26 agosto: "Questo è il risultato delle politiche di immigrazione di massa imposte dal governo centrale"

L'aggressione avvenuta il 26 agosto in via Palladio ai danni di una prostitua da parte di un gruppo composto da tre individui, ha riacceso a Verona le polemiche sulla presenza di migranti e dei centri di accoglienza. L'unica persona arrestata dai carabinieri, al termine di una colluttazione che ha dato modo ai due complici di far perdere le proprie tracce, è infatti un giovane ospitato nella struttura di Costagrande che ora si trova nel carcere di Montorio per tentata rapina, resistenza e lesioni. 

Sul fatto si era subito espressa la sezione scaligera di Forza Nuova, chiedendo la chiusura del centro, e ora tocca alla Lega Nord intervenire sull'argomento, per bocca del consigliere della Terza Circoscrizione Nicolò Zavarise. 

Un finto profugo ospite di Costagrande arrestato dopo aver preso a pugni, tentato di rapinare una donna e dopo aver aggredito i militari. Non un’eccezione ma l’ennesimo caso dopo quelli dei ‘profughi’ spacciatori e dei ‘profughi’ venditori abusivi. Chiediamo l’espulsione immediata del clandestino responsabile dell’aggressione e la chiusura del centro di accoglienza. 
Sono le cronache a dimostrare che questo modello di accoglienza è sbagliato e alimenta l’insicurezza, aggravando il già difficile ruolo delle forze dell’ordine, a cui va la nostra solidarietà. Nelle strutture di accoglienza finiscono molte persone dal passato ignoto, che chiaramente non fuggono dalla guerra e alcune di queste - come nel caso di specie e nei numerosi di cui abbiamo letto in questi mesi - delinquono e seminano illegalità e violenza. Questo è il risultato delle politiche di immigrazione di massa imposte dal governo centrale, a cui la Lega da sempre si oppone. Noi vogliamo un’immigrazione rigidamente controllata e regolata, con selezione degli accessi e aiuti solo a chi realmente fugge dalla guerra. Il Pd, invece, vuole solo caos e anarchia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento