Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica Centro storico / Piazza Brà

Primarie Pd, anche all'ombra dell'Arena vince Bersani

Il segretario dei democratici ha ribaltato l'esito del primo turno conquistando il 56,1% delle preferenze. Il sindaco di Firenze si è fermato al 43,9%

Dopo che al primo turno la provincia di Verona si era scoperta "renziana", ieri, al ballottaggio delle primarie del Partito Democratico tra il segretario del partito Pier Luigi Bersani e il sindaco di Firenze Matteo Renzi gli equilibri si sono ribaltati.

Infatti, con il 56,1% dei voti Bersani ha vinto il ballottagio delle primarie del centrosinistra anche in provincia di Verona. Renzi si è fermato al 43,9% delle preferenze. Domenica scorsa nel primo turno il sindaco di Firenze aveva raccolto il 41% dei voti, pertanto al ballottaggio ha guadagnato meno di tre punti percentuali, ottenendo in tutto 12.022 voti. Il segretario del Pd ha raccolto 15.362 preferenze. In totale a questo ballottaggio tra Verona e provincia hanno votato 27.414 persone.

Per quanto riguarda l'intera regione del Veneto i risultati confermano il trend nazionale con Bersani al 59,46% e Matteo Renzi al  40,5%. La città dove il segretario stravince è il centro storico di Venezia dove segna il 71% contro il 29% del sindaco di Firenze mentre  il dato a livello provinciale vale 66% per Bersani 33% per Renzi. Da segnalare che il "rottamatore" non è riuscito a conquistare nessuna città del Veneto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Pd, anche all'ombra dell'Arena vince Bersani

VeronaSera è in caricamento