Pfas. M5S: "Disastro annunciato che ha lasciato indifferenti i governanti"

Ormai anche la commissione parlamentare sulle ecomafie parla dei pfas in Veneto come di un disastro, un delitto colposo contro l'ambiente, un caso di avvelenamento

"Vogliamo portare all'attenzione nazionale la drammatica situazione ambientale che vive il Veneto per dare uno scossone alla troppa indifferenza del mondo politico nei confronti della contaminazione in atto, di cui i pfas rappresentano la goccia che fa traboccare il vaso".

Così la deputata veneta Silvia Benedetti ha parlato dell'incontro in programma oggi, 7 luglio, a Roma nella sala Tatarella della Camera. "Il Veneto è al primo posto in Italia per giri di affari delle ecomafie, con 5 aree artigianali per Comune, 1.500 zone industriali, la concentrazione di 1/5 dei supermercati italiani, una superficie agricola che diminuisce con la rapidità di 50 campi da calcio al giorno, terreni che perdono di fertilità e un dissesto idro-geologico che galoppa - ha dichiarato Silvia Benedetti - I pfas hanno contaminato le acque che beviamo, quelle con cui innaffiamo i nostri campi e di cui si nutrono i nostri animali. Sono sostanze tossiche che hanno già messo a rischio la salute di 300.000 cittadini e che hanno provocato un disastro senza precedenti a livello europeo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un disastro ambientale certificato ormai dalla commissione parlamentare sulle ecomafie che parla di avvelenamento e di delitto colposo contro l'ambiente, la cui origine è stata trovata negli scarichi della Miteni di Trissino. Ma il M5S non esclude che ci siano anche delle colpe da parte di politici e amministratori locali. "Quello dei pfas è un disastro annunciato che ha lasciato indifferenti per anni i nostri governanti. In una terra in cui ogni anno l’aspettativa di vita si riduce di 3 anni e l’aumento di nuovi casi di cancro è il doppio rispetto a quello di altri territori. Mentre le multinazionali della chimica che producono e vendono questi veleni sono le stesse che poi guadagnano con i principi attivi delle medicine che servono per curare le malattie causate dai pesticidi", ha concluso Silvia Benedetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • La fuga dopo la rapina diventa un incidente mortale: perde la vita una 29enne

  • Innamorata di un ragazzo, genitori non approvano e la tengono chiusa in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento