rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

Pdl, palazzo Barbieri in cambio del Veneto

La bocciatura del lodo Alfano scompagina gli equilibri del centrodestra

Se guardiamo ai sondaggi, non c’è speranza. Grazie anche alle casalinghe che gli voltano le spalle, i numeri dicono che Giancarlo Galan contro il ministro dell’Agricoltura Luca Zaia perde di brutto: 49,3 a 41,2 tra gli elettori del centrodestra.

E vuol dire anche che la Lega, irrobustita dalla bocciatura del lodo Alfano, può affrontare le ambizioni pidielline con ancora meno paura. Se poi ci si mette anche il presidente della Camera Gianfranco Fini, ad ammettere che in fondo il Veneto alla Lega non sarebbe niente di scandaloso, allora sembra proprio che il soldato Galan, abbandonato nello spazio di un giorno dal Pd che il pensierino di “salvarlo” lo ha subito rimesso nel cassetto, abbia il destino segnato. Al punto che anche da queste parti i colonnelli galaniani stanno cominciando a farsene una ragione.

Certo, lo stesso governatore insiste a dire che “i giochi non sono ancora fatti, i sondaggi non vogliono dire nulla”, e che “non si decide niente di ufficiale prima della fine del mese”, ma tant’è. Il Pdl a questo punto comincia a fare i conti. Scoprendo che in fondo puntare i piedi, presentarsi al voto divisi, e rischiare di prendere una mazzata indimenticabile non è poi una prospettiva così allettante. Insomma, si lavora sui possibili compromessi, a questo punto.


Ovvero un candidato leghista da presentare tutti assieme appassionatamente, sufficientemente forte e “visibile” da non temere il confronto con il rivale targato Pd, ma in grado di garantire un’accettabile exit strategy al Pdl: in altre parole, l’identikit preciso di Flavio Tosi. Che se fosse il candidato di Pdl e Lega alle regionali 2010, con tutto il rispetto per Pd, Udc (ma che farà l’Udc?), Sinistre varie, Idv e quant’altro, non avrebbe grosse difficoltà a spuntarla, lasciando libera la poltrona di palazzo Barbieri. Per chi? Ma per il Pdl, naturalmente, che si vedrebbe così ripagare l’appoggio allo stesso Tosi. E’ la politica, bellezza...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pdl, palazzo Barbieri in cambio del Veneto

VeronaSera è in caricamento