Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica

«Parcheggi gratis per i residenti in tutta Verona e navette gratuite verso la Ztl»

È il movimento Traguardi a presentare la mozione per modificare il regolamento del Comune di Verona relativo alla sosta: «Le deroghe ai plateatici, connesse alla pandemia, sono sacrosante ma indubbiamente hanno comportato la sottrazione di numerosi stalli in tutta la città»

Parcheggi riservati ai soli residenti in tutti i quartieri della città e navette gratuite verso la Ztl. Lo chiede il movimento civico Traguardi attraverso una mozione che propone di modificare il regolamento comunale della sosta, per affrontare la carenza di posteggi in maniera strutturale.

In particolare, Traguardi avanza l'idea di riservare gli stalli giallo-blu del centro storico ai soli residenti e per l'intera giornata, garantendo controlli costanti, di eliminare in via definitiva le limitazioni alla possibilità per i cittadini di Verona di parcheggiare negli stalli blu in alcune zone della Ztl (per esempio in stradone San Fermo, corso Cavour e piazza Viviani) e di attivare convenzioni vantaggiose per residenti del centro per sostare nei parcheggi limitrofi alla Zona a traffico limitato, sempre per tutto il giorno. Il movimento civico inoltre propone di istituire nei quartieri delle aree di posteggio riservate ai soli residenti e anche in questo caso per tutta la giornata, estendendo il modello degli stalli giallo-blu, e un servizio di trasporto gratuito che dalle aree di sosta della prima cintura conduca in centro.

Le istanze sono frutto degli incontri con i residenti che i referenti e gli attivisti di Traguardi stanno conducendo nei vari quartieri cittadini. Molti veronesi, anche compilando i questionari online sulla qualità della vita in città promossi dal movimento civico, avrebbero espresso criticità riguardo la viabilità ed evidenziato, in particolare, il forte disequilibrio tra i flussi di traffico e i posti auto.

«Le deroghe al regolamento sui plateatici, connesse alla pandemia, sono sacrosante ma indubbiamente hanno comportato la sottrazione di numerosi stalli per parcheggio in tutta la città - afferma Tommaso Ferrari, consigliere comunale di Traguardi -. Non è la Ztl l'unica area a soffrire della grave sproporzione fra il numero di stalli disponibili e la quantità di auto che circolano. Pensiamo a Borgo Trento, San Zeno, Veronetta, la zona Cittadella, Borgo Roma, Borgo Venezia, lo Stadio... Se consideriamo tra gli effetti indiretti della pandemia il pesante ritorno all'utilizzo dell'auto privata, tanto più con la ripresa autunnale delle attività, è evidente che ci troviamo davanti a una situazione d'emergenza».

La penuria di posteggi relazionata alla gran quantità di auto in circolazione evidenzia, secondo Traguardi, anche la necessità di favorire e incrementare la mobilità alternativa all'auto privata. «Questa deve diventare una priorità per l'Amministrazione - aggiunge Ferrari - per questo motivo chiediamo di vietare una volta per tutte il parcheggio delle auto a uso privato in Piazza Erbe, di ripristinare il funzionamento dei dissuasori mobili esistenti e prevedere nuove installazioni nell'ottica di una progressiva pedonalizzazione di alcune vie e piazze di ridotte dimensioni che non consentono la coesistenza fra plateatici, passaggio pedonale e traffico veicolare. Tanto in centro, come nei quartieri».

«È necessario favorire un clima di reciproca collaborazione fra residenti ed esercenti per stimolare la ripartenza delle attività fortemente danneggiate dalle restrizioni dell'ultimo anno, senza però comprimere eccessivamente i diritti di chi vive nei quartieri della città - aggiunge Pietro Trincanato, presidente di Traguardi -. I provvedimenti temporanei, come la possibilità per i detentori di permesso residenti della Ztl di parcheggiare gratuitamente ovunque in città o la sospensione del canone, possono costituire dei palliativi, ma non intervengono efficacemente sull'emergenza parcheggi».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Parcheggi gratis per i residenti in tutta Verona e navette gratuite verso la Ztl»

VeronaSera è in caricamento