menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'area dove sorgerà il nuovo palazzetto (Foto Gmaps)

L'area dove sorgerà il nuovo palazzetto (Foto Gmaps)

Borgo Roma, via ai lavori del palazzetto. Bozza: «In ritardo di un anno»

La prima pietra dovrebbe essere posta entro il mese di febbraio e, secondo le stime attuali, l'opera sarà compiuta entro il 2020. Sit in di protesta consigliere comunale tosiano contro «i ritardi di questa amministrazione»

Un nuovo palazzetto dello sport per Borgo Roma. La prima pietra dovrebbe essere posta entro il mese di febbraio e, secondo le stime attuali, l'opera sarà compiuta entro il 2020.
Ottomila metri quadrati per un impianto che sorgerà in via delle Grazie, vicino alle piscine comunali. Sarà una struttura polivalente, in cui si potrà giocare a volley, basket, calcetto, beach volley e altro ma si presta anche ad essere teatro per eventi anche non sportivi. La tribuna avrà una capienza di trecento posti e il parcheggio esterno, staccato da quello delle piscine, sarà di 1.200 metri quadrati. All'interno della struttura, poi, oltre agli spogliatoi, ci sarà spazio per un bar-ristorante. Tutto costruito con soldi pubblici, oltre quattro milioni di euro stanziati dal Comune.

I lavori sono pronti a partire ma per il consigliere comunale tosiano Alberto Bozza sono già in ritardo. «L'opera è stata voluta, programmata, approvata e finanziata interamente dalla precedente amministrazione - scrive Bozza, che di quella precedente amministrazione faceva parte - Dal 12 gennaio 2018, dopo che era stata individuata la ditta vincitrice, nulla più si era saputo nonostante i ripetuti solleciti, caduti nel vuoto, in consiglio comunale».

Oggi, 24 gennaio, per protestare contro «i ritardi di questa amministrazione», ritenuti da Bozza, il consigliere comunale ha svolto un sit-in dove sorgerà il nuovo palazzetto, insieme ai consiglieri di quinta circoscrizione Giglio Antolini, Maria Paola De Falco, Floriano Rossi e Simone Meneghelli. «Chiediamo al sindaco di proseguire con il completamento delle altre opere previste dalla precedente amministrazione nel territorio della quinta circoscrizione: il campo sintetico in via Turazza a Ca' di David, la riqualificazione delle case Agec in via Volturno e il nuovo campeggio a Ca' di David - hanno detto i consiglieri - Sono opere ferme al palo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento