Politica Villafranca di Verona / Via Magenta

Comencini critica assemblea sull'omotransfobia, gli studenti: «Vergognoso»

I rappresentanti d'istituto e di consulta del liceo Medi di Villafranca che hanno organizzato l'evento confermano che si farà. PD: «Quella di Comencini è una goffa, indebita e grave invasione di campo»

«Siamo rammaricati dalle affermazioni dell'onorevole Vito Comencini. È vergognoso come un'assemblea informativa venga strumentalizzata per scopi politici, da cui le istituzioni scolastiche prendono distanze. Confermiamo che l'assemblea si terrà. Riteniamo più che necessario che si parli di questi argomenti nelle scuole, soprattutto alla luce di queste dichiarazioni. Ed invitiamo l'onorevole Comencini come osservatore della conferenza, che si terrà in modalità telematica il 18 febbraio, dalle 11 alle 12.30». I rappresentanti d'istituto e di consulta del liceo Medi di Villafranca hanno commentato in questo modo la polemica accesa dal deputato leghista Vito Comencini sull'assemblea d'istituto organizzata proprio dagli studenti del Medi e che ha come titolo: «Omotransfobia e Lgbtqi+, contro natura?».

Per il parlamentare veronese, l'appuntamento che si terrà in videoconferenza su Meet è un caso di «propaganda ideologica» nelle scuole e che gli studenti dovrebbero discutere di altri argomenti. Ma l'accusa di fare propaganda è stata ribaltata da Camilla Velotta, coordinatrice della Rete degli Studenti Medi di Verona, la quale pensa che la «becera propaganda» sia quella di Comencini e di chi come lui sostiene il Congresso Mondiale delle Famiglie, che tanti scontri politici generò quando si riunì a Verona. «Quella degli studenti del Medi è formazione ed inclusività a scuola - ha detto Velotta - È assurdo come ancora nel 2021 ci siano soggetti che al posto di discutere in parlamento preferiscono continuamente ostacolare studenti e studentesse. L'onorevole Comencini deve accettare che parlare di sessualità e genere nelle scuole non è uno scandalo, ma un diritto e una garanzia di uguaglianza ed inclusività. A chi vuole farci vivere una scuola antiabortista, repressiva e sessista, noi rispondiamo con i dati: per gli adolescenti omosessuali il rischio di suicidio è di oltre tre volte superiore rispetto ai coetanei eterosessuali. Per i transgender di oltre cinque volte superiore. Per non parlare delle violenze, del bullismo e dell'allarmante tasso di abbandono scolastico».

A sostenere il contrattacco degli studenti, anche i consiglieri comunali del Partito Democratico Elisa La Paglia, Federico Benini e Stefano Vallani. «Quella di Comencini è una goffa, indebita e grave invasione di campo della politica nella formazione - hanno detto i tre consiglieri PD - Le assemblee d'istituto non hanno alcun bisogno delle correzioni e delle ingerenze della politica. Comencini lasci in pace gli studenti che hanno soltanto bisogno di sentirsi a casa e non discriminati qualunque sia il loro orientamento sessuale».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comencini critica assemblea sull'omotransfobia, gli studenti: «Vergognoso»

VeronaSera è in caricamento