Politica Centro storico / Piazzetta Municipio

Officine Ferroviarie Veronesi: il Comune si attiva in aiuto dell'azienda

Il Consiglio ha approvato la mozione che impegna la Giunta "ad attivare tutte le iniziative nei confronti del Ministero per lo Sviluppo economico per fare in modo che tenga conto nelle proprie valutazioni degli impegni che Trenitalia aveva espresso verso l'Ati Corifer/Ofv"

Il Consiglio comunale ha approvato nella sera dell'11 febbraio all’unanimità, con 29 voti favorevoli, la mozione proposta da tutti i capigruppo di maggioranza ed opposizione che, sulla situazione di crisi attraversata dalle Officine Ferroviarie Veronesi e dal suo personale, impegna il Sindaco e la Giunta “ad attivare tutte le iniziative, in collaborazione con i Parlamentari Veneti, la Provincia di Verona e la Regione Veneto, nei confronti del Ministero per lo Sviluppo economico per fare in modo che tenga conto nelle proprie valutazioni degli impegni che Trenitalia aveva espresso verso l’Ati Corifer/Ofv; venga verificata la possibilità di un affidamento diretto da parte di Trenitalia alla società Alstom; venga inserito in tale affidamento la condizione vincolante che le attività di manutenzione dei treni ‘Vivalto’ vengano effettuate presso lo stabilimento delle Officine Ferroviarie Veronesi; venga riconosciuto il ruolo strategico del settore industriale del materiale rotabile in Italia”.

Successivamente è proseguita in aula la votazione degli emendamenti collegati alla proposta di delibera per l’approvazione della variante al Piano degli interventi prontuario per la mitigazione ambientale - allegato n. 1 “norme tecniche sui fronti commerciali e affacci sulle aree pubbliche”.
Alla proposta sono stati complessivamente collegati 39 emendamenti di cui 1 presentato dal capogruppo della Lega Nord Barbara Tosi, 26 dal Pd e 12 dal Movimento 5 Stelle. Nella seduta, che si è chiusa alle ore 20.32 per mancanza del numero legale (presenti 17 consiglieri) sul voto dell’emendamento collegato a firma del capogruppo Barbara Tosi, sono stati votati 6 emendamenti (a firma Pd), tutti respinti. Fino ad oggi, unitamente alle due precedenti sedute del 28 gennaio e 4 febbraio 2016, sono stati complessivamente votati e respinti 19 dei 39 emendamenti collegati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Officine Ferroviarie Veronesi: il Comune si attiva in aiuto dell'azienda

VeronaSera è in caricamento