rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Politica Centro storico / Piazza Bra

È entrato in municipio senza Green Pass, il consigliere Zelger sarà sanzionato

La polizia locale di Verona sta redigendo il rapporto che si tradurrà poi in una multa da 600 a 1.500 euro che il consigliere leghista probabilmente riceverà la prossima settimana

Ieri, 15 ottobre, è stato il primo giorno del Green Pass obbligatorio per l'ingresso nei luoghi di lavoro. Dipendenti pubblici e privati hanno dovuto esibire la certificazione per accedere alla postazione in cui svolgono il loro impiego. Un obbligo a cui anche i consiglieri comunali devono sottostare, ma un consigliere di Verona proprio ieri lo ha violato. È Alberto Zelger, la cui avversione al Green Pass è ben nota. Il consigliere leghista ha sostenuto e partecipato a diverse manifestazioni contro il certificato verde, oltre ad aver assistito ad un consiglio comunale da una stanza diversa perché si è rifiutato di esibire il Green Pass. E lo stesso ha fatto ieri. Zelger è entrato a Palazzo Barbieri senza Green Pass per svolgere le sue funzioni di consigliere nell'ufficio del gruppo consiliare della Lega.

L'episodio di ieri ha due risvolti. Il primo è puramente tecnico ed è la constatazione di un'infrazione della norma. Zelger potrà pure ritenere ingiusta la legge, ma il non averla rispettata costituisce un illecito e per questo, come riportato da Ansa, sarà sanzionato. La polizia locale di Verona sta redigendo il rapporto che si tradurrà poi in una multa da 600 a 1.500 euro che Zelger probabilmente riceverà la prossima settimana.
Il secondo risvolto è politico ed è stato sottolineato da Tommaso Ferrari, consigliere comunale di Traguardi. «Si diverte così, il consigliere leghista Alberto Zelger: creando scompiglio e importunando gli operatori comunali che hanno il compito di controllare la regolarità del Green Pass di chiunque entri in municipio, come impone la normativa - ha scritto Ferrari - Se da Zelger c'era da aspettarselo, quello che stupisce, dell'intera vicenda, è il silenzio imbarazzante del sindaco Federico Sboarina, al quale, evidentemente, sta bene che le regole vengano applicate con disparità. E invito anche la capogruppo della Lega in consiglio comunale Anna Grassi a prendere le distanze dall'atteggiamento di Zelger e, se ci riesce, a tenere a bada i suoi atteggiamenti irrispettosi di tutti i veronesi che si sono adeguati all'obbligo del Green Pass, irrispettosi del suo ruolo istituzionale e, non da ultimo, irrispettosi delle regole che la stessa Lega ha insistito per ottenere».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È entrato in municipio senza Green Pass, il consigliere Zelger sarà sanzionato

VeronaSera è in caricamento