Rimodernamento di Ca' del Bue. Lega Nord: "Finalmente una buona notizia"

Ex presidente di Amia e Agsm, ora segretario provinciale della Lega Nord Paolo Paternoster: "L'idea del termovalorizzatore ormai contrastava con le mutate esigenze ambientali e economiche"

Continuano le reazioni alla recente approvazione della Regione del Veneto del progetto di rimodernamento di Ca' del Bue proposto da Agsm. Richieste di migliorare la raccolta differenziata sono arrivate dal PD e dal comitato contro l'inceneritore. E anche il segretario provinciale della Lega Nord Paolo Paternoster, ex presidente di Amia e Agsm, è contento per il cambio di rotta previsto per l'impianto di gestione dei rifiuti: "Gli sforzi per realizzare un termovalorizzatore contrastavano con le mutate esigenze ambientali e economiche: un sistema che 30 anni fa era ritenuto idoneo per gestire i rifiuti oggi si è rivelato totalmente inadeguato. Troppe cose sono cambiate".

"Avevamo pensato e presentato nel 2014 - racconta Paternoster - un progetto alternativo per cercare di realizzare nel sito industriale di Ca' del Bue un processo di trattamento moderno dei rifiuti di tutta la nostra Provincia, eliminando innanzitutto l'idea di un bruciatore e proponendo valide alternative che potessero essere economicamente ed ecologicamente sostenibili. Parliamo del trattamento dei fanghi di tutta la nostra provincia negli appositi digestori e della separazione tra secco e umido del residuo (a valle della raccolta differenziata) per ridurre il più possibile il conferimento alle discariche, producendo conseguentemente il famoso combustibile da rifiuto, energia elettrica e biometano per i mezzi pubblici che dovranno essere necessariamente sempre più ecocompatibili".

E il segretario provinciale della Lega si è rivolto anche al Comune di Verona, chiedendo di annullare un provvedimento della giunta del 2011 che, secondo Paternoster, ha causato uno stop all'aumento della raccolta differenziata.

Dall'altra parte dello schieramento politico, invece, gli esponenti di Sinistra italiana sono soddisfatti perché l'idea dell'inceneritore è stata accantonata e chiede che il progetto per Ca' del Bue sia ancora più ambizioso, orientato alla strategia rifiuti zero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La città di Verona con le sue inestimabili meraviglie diventa protagonista in tv sulla Rai

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vince 75mila euro a L'Eredità e si taglia i capelli con Flavio Insinna

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

Torna su
VeronaSera è in caricamento