rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

"N sudditi, n succubi della Lega"

Il coordinatore regionale Alberto Giorgetti rivendica l'importanza del Pdl nella coalizione

I fuochi d'artificio arrivano sempre alla fine. Il convegno "Tante idee un solo futuro", organizzato dal Pdl regionale a San Zeno di Montagna nel fine settimana, non ha fatto eccezione. A conclusione dei lavori, infatti, ha preso la parola il coordinatore regionale del partito Alberto Giorgetti. Fuoco alle polveri. "In una coalizione - ha argomentato - è importante confrontarsi sui contenuti valoriali e sul programma, ma conta anche la forza contrattuale. Abbiamo molto rispetto per il nostro alleato, ma nei suoi confronti non ci sentiamo né succubi, né sudditi".

Sono parole che certificano il nervosismo che serpeggia nella centro-destra. Anche, se non soprattutto, a livello locale. Il Partito della Libertà rivendica il proprio primato nazionale, la Lega Nord il proprio primato "territoriale". Quando si devono assegnare le "poltrone", queste due posizioni inevitabilmente confliggono. Secondo Alberto Giorgetti al Carroccio è stato concesso di occupare posizioni importanti per "amor di coalizione". Senza averne il diritto o il merito. Diametralmente opposta la posizione dei dirigenti leghisti, secondo cui sono i voti a pesare. Quelli del territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"N sudditi, n succubi della Lega"

VeronaSera è in caricamento