Canapa, più controlli negli shop. Passa la linea Zelger: «Hellas disdica sponsor cannabis»

Il Consiglio comunale approva mozione ed Odg a firma dei consiglieri Zelger e Simeoni

Il consigliere comunale a palazzo Barbieri per la Lega Alberto Zelger

Durante il Consiglio comunale di Verona nella serata di ieri, giovedì 22 ottobre, è stata approvata, con 18 voti favorevoli e 6 contrari, la mozione che impegna l’amministrazione ad intensificare i controlli sui cannabis-shop. Primo firmatario del documento era il consigliere Alberto Zelger della Lega Nord. La mozione impegna dunque l'amministrazione scaligera ad esercitare controlli maggiori soprattutto nei cannabis-shop che si trovino ad essere vicino agli istituti scolastici, oltre che a verificare il rispetto delle norme sulla pubblicità, dentro e fuori gli stessi cannabis-shop. 

Scarica Odg 1583 - Alberto Zelger

Sempre nella seduta di ieri, il Consiglio comunale di Verona ha approvato un altro provvedimento che vede quale primo firmatario lo stesso consigliere leghista Alberto Zelger. Anche in questa circostanza al centro del documento vi è il tema "cannabis", correlato nella fattispecie ai cartelloni pubblicitari apparsi nella prima gara di campionato al Bentegodi tra Hellas Verona e Roma. Con 10 voti favorevoli, 6 contrari e 8 astenuti, è stato infatti approvato ieri l’ordine del giorno che invita l’amministrazione a chiedere alla società Hellas Verona di disdire quanto prima il contratto di sponsorizzazione con "JustMary", la cui pubblicità sarebbe secondo i firmatari della mozione «una forma di propaganda all’uso ricreativo della cannabis».

Così si legge infatti nello specifico all'interno dell'ordine del giorno a firma dei consiglieri Alberto Zelger e Roberto Simeoni: «Questa pubblicità è di fatto una forma di propaganda all'uso ricreativo della cannabis, tuttora vietato dalla legge, e rappresenta un messaggio fortemente diseducativo per i nostri giovani». Tra le richieste che Zelger e Simeoni avanzano nei confronti dell'amministrazione comunale, vi è quella di «chiedere alla società Hellas Verona di disdettare quanto prima il contratto di sponsorizzazione con la JustMary», oltre che di «chiedere la rimozione di tali cartelli pubblicitari per violazione dell'Art. 84 della Legge 309/90 e s.m.».

Post Facebook Just Mary -

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento