La denuncia del Pd: «Mille euro dal Comune al Comitato Pasque Veronesi, è una vergogna» 

«Gli indipendentisti - ha detto il capogruppo Pd Benini - disconoscono lo Stato Italiano, le nostre tradizioni democratiche e non meritano alcun contributo pubblico. Vogliono fare i monarchici? Lo facciano con i soldi propri e non con quelli delle istituzioni repubblicane»

Pasque Veronesi 2019

Ammonta a mille euro, messi in carico al Settore Cultura, il contributo erogato dal Comune di Verona al Comitato per la celebrazione delle Pasque Veronesi che, domenica scorsa, ha organizzato in centro città una manifestazione commemorativa della battaglia di Lepanto del 1571. Lo conferma un documento a firma del Dirigente dell’Area Cultura e Turismo del Comune scaligero, pervenuto in risposta alla richiesta di accesso agli atti avanzata dal capogruppo Pd in Consiglio comunale Federico Benini.

federico benini pasque veronesi

Il consigliere Pd Federico Benini con un cartello polemico sulla vicenda

Secondo quanto si legge all'interno di una nota firmata dal Partito democratico di Verona, durante tale celebrazione, «i tradizionalisti cattolici veronesi, contrari alla Repubblica, all’Unità d’Italia, alla separazione tra Stato e Chiesa, hanno fatto sventolare anche la bandiera contarina (vessillo di un doge veneziano)».

A tal riguardo è intervenuto lo stesso capogruppo Pd Federico Benini: «Questo flusso di denaro pubblico verso chi non rispetta i nostri valori e le nostre tradizioni democratiche e repubblicane deve finire. Il Comitato delle Pasque Veronesi, che organizza le manifestazioni in costumi d’epoca, - ha quindi aggiunto l'esponente dem Federico Benini - condivide buona parte dei suoi organi dirigenti con il Comitato Veneto Indipendente, fondato dalla Lega e diretto in qualità di vicepresidente dal deputato Vito Comencini che tra l’altro, a quanto si apprende, sarebbe sotto indagine per l’accusa di vilipendio al Capo dello Stato».

«Gli indipendentisti - ha quindi concluso il capogruppo Pd Federico Benini - disconoscono la validità del referendum di annessione del Veneto all’Italia, dunque disconoscono lo Stato Italiano. Sono dunque agli antipodi rispetto a tutti i valori che ispirano le nostre istituzioni moderne e non meritano alcun contributo pubblico. Vogliono fare i monarchici e gli assolutisti? Lo facciano a casa loro e con i soldi propri, non con quelli delle istituzioni repubblicane».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Giovane veronese muore in un incidente il giorno del compleanno al rientro dal lavoro

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

Torna su
VeronaSera è in caricamento