Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giorgia Meloni: «Non è colpa di Fratelli d'Italia se non c'è l'autonomia»

Con la firma del cosiddetto «patto anti-inciucio», l'autonomia non sembra più essere punto di scontro tra i due maggiori partiti della coalizione del centrodestra

 

L'autonomia sembra davvero essere una mina disinnescata all'interno della coalizione del centrodestra. L'argomento che poteva creare scintille tra i due principali partiti dell'alleanza, Lega e Fratelli d'Italia, non genera neanche più l'ombra di una polemica. Grazie al cosiddetto «patto anti-inciucio», Fratelli d'Italia e Lega potrebbero aver ormai trovato un punto di equilibrio: il partito di Giorgia Meloni, storicamente centralista, appoggia le istanze regionaliste della Lega e soffia sulle vele del candidato presidente Luca Zaia, il quale chiede maggiori competenze in capo alla Regione Veneto; dall'altra parte il partito di Matteo Salvini sosterrà Fratelli d'Italia nella battaglia per introdurre il presidenzialismo in Italia, aumentando la forza del Governo centrale.

Lo ha confermato anche ieri, 9 settembre, la stessa Giorgia Meloni, intervenuta a Padova ad un flash-mob organizzato nella zona della stazione per chiedere maggiore sicurezza. «Non è colpa nostra se non c'è l'autonomia - ha detto Meloni - Non c'è l'autonomia perché al governo ci sono i 5 Stelle. Anzi, far crescere Fratelli d'Italia è una garanzia per l'autonomia».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento