rotate-mobile
Politica Centro storico / Piazza Bra

Maratona Verona-Mantova nel dimenticatoio, ma Palazzi ci crede ancora

Il primo cittadino del capoluogo lombardo crede che il «tema» sia «aperto» e che sia un esempio di collaborazione possibile tra due città «più legate di quanto pensiamo»

Annunciata nel 2019, la sua prima edizione si sarebbe dovuta svolgere nel 2021. Siamo nel 2022 e ciò che era stato presentato come un sogno ancora non si è realizzato. È la maratona professionista che avrebbe dovuto unire due città, Mantova a Verona. Partenza da Palazzo Te e arrivo in Arena, per un evento sportivo potenzialmente importante in un'ottica di sinergia tra due territori vicini, anche se appartenenti a due regioni diverse.
Certo, nell'estate del 2019 non si poteva prevedere l'arrivo del coronavirus, la cui emergenza ha spinto molte idee nel dimenticatoio. E tra queste anche la maratona Verona-Mantova. Però, il sindaco del capoluogo lombardo Mattia Palazzi ancora ci crede e ieri sera, 4 aprile, ne ha parlato in un incontro online del Partito Democratico di Verona. Per Palazzi, la maratona è un «tema aperto» ed un esempio di collaborazione possibile tra due città «più legate di quanto pensiamo».
Stimolato dal responsabile degli enti locali del PD Verona Fabio Segattini e dal segretario cittadino Luigi Ugoli, Palazzi ha parlato anche di possibili sinergie sulla qualità delle acque, «perché tutto quello che accade nel Garda poi ce lo ritroviamo qui», e sul turismo: «Noi siamo molto più piccoli, e Verona ha l'Arena, eppure dal turismo del Garda la vostra città riesce a tirare fuori meno di quello che potrebbe».

Il problema principale, ha sottolineato Palazzi, sono i trasporti. Pur parlando da fiero socio dell'AutoBrennero, il sindaco di Mantova ha sottolineato come sia «incredibile che non esista ancora un collegamento ferroviario rapido che in circa 25 minuti consenta di essere da Verona a Mantova e viceversa». Tale deficit, come notato dalla consigliera regionale Anna Maria Bigon, pesa gravemente anche sul rapporto tra le due università, essendo di ostacolo alla mobilità degli studenti.
Ma come poi osservato dal segretario provinciale del PD di Verona Maurizio Facincani, la svolta potrebbe arrivare dalla realizzazione del collegamento ferroviario con l'aeroporto Catullo. Palazzi si è detto «fortemente interessato» a queste opportunità, tanto che «recentemente abbiamo approvato in consiglio comunale un documento che chiede proprio il collegamento diretto con il Catullo. Ma si tratta di capire in quale stato si trovi il Catullo dal punto di vista delle compagnie che lo utilizzano».

Palazzi, assieme al senatore veronese Vincenzo D’Arienzo, ha poi invitato a ragionare in termini di macroarea, a partire dalla logistica «per la quale non esistono i confini amministrativi, e il Porto di Valdaro completa l’offerta presente nella macroarea in termini di multimodalità: acqua, ferro, gomma, aria».
E lo stesso discorso vale per la lotta all'inquinamento. «Se ragioniamo in termini di comuni singoli - ha detto il primo cittadino mantovano - ci sono elementi di opportunità che ci possono mettere insieme. Il tema su cui non abbiamo mai provato a lavorare è proprio sulle politiche di macroarea. Su alcuni temi ambientali come la qualità dell’aria è possibile fare una battaglia nazionale facendo lobby sul Governo nazionale e sull’Europa per ottenere incentivi su riscaldamento, mobilità elettrica, mobilità pubblica, infrastrutture».

Infine, alle domande del deputato Diego Zardini e della segretaria del primo circolo PD Alessandra Salardi sulle politiche culturali del Comune di Mantova, che vedono nel Festival della Letteratura un fiore all’occhiello, Palazzi ha esposto la sua filosofia che mira a tenere insieme opportunità per i turisti e per il territorio. «Il Festival della Letteratura che facciamo da 20 anni, nato da un'iniziativa della cooperativa librai e oggi gestito da una impresa sociale, è ogni volta occasione per la città di guardarsi allo specchio e rigenerare parti che non sono all’altezza», ha spiegato il sindaco di Mantova.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maratona Verona-Mantova nel dimenticatoio, ma Palazzi ci crede ancora

VeronaSera è in caricamento