menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Fermo immagine video Facebook - Movimento 3 V)

(Fermo immagine video Facebook - Movimento 3 V)

Contro le politiche restrittive del Governo, manifestazioni del M3V a Verona

I diversi relatori hanno espresso il loro scetticismo verso i vaccini e la tecnologia 5G. E nonostante le raccomandazioni, non tutti i partecipanti hanno rispettato le norme anti-contagio

Questo pomeriggio, 27 febbraio, in Piazza Bra a Verona, il Movimento 3 V (Vaccini Vogliamo Verità) ha manifestato il disaccordo alle restrizioni anti-Covid decise dal Governo. Decisioni «che hanno messo in seria difficoltà la maggior parte delle attività commerciali, generando disoccupazione, povertà e disperazione - hanno fatto sapere dal M3V - I nostri figli relegati a casa ne stanno risentendo nel loro equilibrio psico-fisico».

L'intento dell'evento intitolato «Riprendiamoci la nostra vita!» voleva essere quello di «onorare la Costituzione, tanto vituperata da questo susseguirsi incalzante e irragionevole di ordinanze e dpcm». Intento da raggiungere rispettando le attuali norme.
Norme che però alcuni partecipanti alla protesta avrebbero infranto. L'evento, infatti, è stato autorizzato, ma è stato tenuto sotto controllo dalle forze dell'ordine che in alcuni casi avrebbero sanzionato quei manifestanti che non rispettavano le misure che ormai tutti conoscono e che servono a contrastare il diffondersi del coronavirus.
Non sarebbero bastate dunque le raccomandazioni ribadite dagli organizzatori del presidio, tra un intervento e l'altro dei vari relatori. Relatori tra cui erano presenti la parlamentare del gruppo misto Sara Cunial, Maurizio Martucci (portavoce nazionale dell'Alleanza Italiana Stop 5G), il medico di base Ennio Caggiano, Riccardo Rocchesso (fondatore di 100 Giorni da Leoni), il referente del M3V di Padova Lorenzo Rizzato ed il consigliere comunale di Este Francesco Roin, oltre a Paolo Girotto, che è stato candidato alla presidenza delle Regione Veneto per il M3V, e al segretario del M3V Luca Teodori. Relatori che hanno espresso il loro scetticismo nei confronti della tecnologia 5G, dei vaccini anti-Covid e dell'attuale situazione politica (attaccando anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella) davanti ad un nutrito gruppo di partecipanti (qualche centinaio) provenienti da tutta la regione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento