Politica

Valdegmaberi: "La vendita dei magazzini generali? Scelta miope"

Il capogruppo regionale per l'Udc contesta l'intenzione dell'amministrazione comunale di mettere in vendita un'area importante della città al "miglior offerente"

L'intenzione di cedere interamente ai provati l'area degli magazzini generali non trova il sostegno del consigliere regionale per l'Udc Stefano Valdegamberi. In una nota infatti esprime il suo dissenso verso questa politica. 

"I magazzini generali che un tempo perdevano ogni anno milioni di euro oggi, grazie alla privatizzazione della gestione alla società tedesca Hangartener, portano nelle casse dei soci pubblici 1.500.000 euro all'anno di affitti.

Ma i famelici soci, provincia e comune, desiderosi di far cassa svendendo il patrimonio pubblico, senza metter mano agli sprechi che ho più volte segnalato, hanno deciso di alienare anche questo bene. Per incassare forse nemmeno 15 milioni di euro, dimostrandosi del tutto disinteressati a fare delle politiche di sostegno e di sviluppo a vantaggio dell'economia veronese.

Queste scelte miopi dimostrano tutto il disinteresse nei confronti dell'economia da parte della politica locale che, dopo aver portato sull'orlo del fallimento l'aeroporto, si disinteressa anche della logistica consegnando la titolarità delle proprie infrastrutture al miglior offerente, senza porsi  nemmeno il dubbio se il potenziale acquirente possa lavorare o meno  nell'interesse della città. E il tutto  per far cassa di quattro denari. Complimenti." 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valdegmaberi: "La vendita dei magazzini generali? Scelta miope"

VeronaSera è in caricamento