rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica Centro storico / Piazza Bra

Tosi candidato a Roma. M5S: "Chiederà il permesso a Renzi o a Berlusconi?"

Il sindaco di Verona sta pensando ad una sua candidatura per il Campidoglio. I suoi lo difendono dagli attacchi, a cui si aggiunge quello dell'Onorevole grillino Fantinati

Tosi sindaco di Roma. Sembra un errore di battitura, perché Tosi è sindaco di Verona, ma Flavio Tosi ha dichiarato pensare ad una sua candidatura per il Campidoglio. Un'uscita che ha subito scatenato commenti di ogni tipo, tra cui quello dell'Onorevole Mattia Fantinati del M5S che scrive: "Tosi da settimane attendeva una proroga incostituzionale per un terzo mandato per le amministrative nel 2017 a Verona che, evidentemente, non è arrivata. Resta di fatto da capire se per candidarsi ufficialmente dovrà chiedere il permesso a Renzi o a Berlusconi. O forse, attraverso la sua discesa in campo, PD e PDL si presenteranno finalmente uniti".

Oltre a Fantinati, anche il leghista Valdegamberi ha criticato Tosi e proprio contro Valdegamberi si scaglia la truppa tosiana in Consiglio Regionale. "Valdegamberi per l’ennesima volta utilizza l’ufficio stampa del Consiglio Regionale per far uscire i suoi attacchi e le sue farneticazioni nei confronti del sindaco Flavio Tosi che niente c’entrano con l’attività e le materie regionali. Segnaleremo i vari episodi al Corecom". Queste le parole dei consiglieri regionali tosiani Andrea Bassi, Giovanna Negro, Maurizio Conte e Stefano Casali che continuano: "Prima di attaccare il sindaco di Verona, Valdegamberi ci dica cosa ha fatto fino ad oggi in Regione per i cittadini veronesi, lui che fa parte di quella maggioranza che ad ottobre ha messo alla fame i Comuni, le associazioni e le parrocchie azzerando le voci di bilancio su cultura e sociale. E sempre lui che va a fare la morale a Tosi, dal 97 al 2007 è stato sindaco di Badia Calavena e mentre era sindaco, nel 2004, si è candidato in provincia di Verona (non eletto). Nel 2005 si è candidato in Regione con l’Udc ed è stato eletto, ma non contento nel 2007, mentre era consigliere regionale, si è candidato in Comune a Verona. Nel 2010 è stato rieletto consigliere regionale e dopo tre anni, nel 2013, nel corso del suo mandato regionale, si è candidato deputato (non eletto). Tra i suoi incarichi, ben visibili sul sito del consiglio, compaiono come quella di consigliere dell'Aato di Verona e presidente della società Covigas, società per la distribuzione e la vendita del metano nella Val d'Illasi, mentre Tosi si è dimesso dal Parlamento Europeo (2014) ed ha rinunciato ad un seggio sicuro in Regione lo scorso anno (2015), entrambe posizioni meglio retribuite di quello di sindaco di Verona. Candidarsi è facile, rinunciare ai posti meno‎".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tosi candidato a Roma. M5S: "Chiederà il permesso a Renzi o a Berlusconi?"

VeronaSera è in caricamento