Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica San Zeno / Viale Cristoforo Colombo

Appalti truccati per le forniture di energia. Il M5S vuole andare fino in fondo

Dopo l'inchiesta sul CEV della Guardia di Finanza, il Deputato grillino Mattia Fantinati vuole sapere quale sia il grado di coinvolgimento degli enti locali e vagliare le responsabilità politiche

"È fondamentale definire subito il livello di coinvolgimento degli enti locali. Sicuramente ci saranno responsabilità politiche da vagliare"

Il Deputato veronese del Movimento 5 Stelle Mattia Fantinati interviene sull'operazione della Guardia di Finanza, che ha portato alla denuncia di undici persone, sette delle quali finite in custodia cautelare. Le indagini delle Fiamme Gialle hanno riguardato il CEV, Consorzio Energia Veneto, che riunisce più di mille enti pubblici. Il Consorzio però era una scatola vuota, manovrata da privati per il proprio tornaconto. 

Per Fantinati "il settore energetico e quello ambientale sono tra i più ambiti dai signori della truffa, dove girano più soldi e gli appalti sono più redditizi. Bisogna andare fino in fondo: una truffa diffusa in maniera così capillare e così organizzata non è possibile che sia passata invano nelle maglie della politica. Vogliamo vederci chiaro".

Il deputato grillino conclude: "I partiti tradizionali dimostrano che più si scava più escono scheletri nell’armadio, come nel caso del Mose. Adesso dobbiamo puntare l’attenzione sui consorzi di distribuzione dell’energia". Consorzi come il CEV, nato per strappare prezzi vantaggiosi di luce e gas in favore degli enti locali, ma risultato poi essere uno strumento in mano a privati, che facevano bandi su misura per far vincere le proprie aziende, comprare l'energia e il gas e poi rinvenderla agli enti pubblici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalti truccati per le forniture di energia. Il M5S vuole andare fino in fondo

VeronaSera è in caricamento