rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

Lopposizione verso il Grande Centro

Il Pd: Siamo il punto di riferimento per lalternativa. Lo saremo anche per i moderati

Se il sindaco Flavio Tosi annuncia la sua ricandidatura a palazzo Barbieri, le forze di opposizione si organizzano per non farsi trovare impreparate nel 2012. Il possibile scenario è che a Verona si costituisca un nuovo laboratorio per la costruzione del “Grande Centro”. Vincenzo D'Arienzo, capogruppo Pd in Provincia, lo avvalla. In attesa del 6 novembre, quando ci sarà il congresso provinciale del partito. "Dobbiamo costruire l'alternativa per Verona. E l'alternativa non può prescindere dal Partito Democratico, che si candida a diventare punto di riferimento anche di tutte quelle forze emarginate o emarginabili dall'evoluzione reazionaria del centrodestra. Sempre più monopolizzato dalla Lega. Tosi dica chiaramente se preferisce fare il sindaco o andarsene a Roma".


Dalle parti di Futuro e Libertà rimane tutto in standby. Il finiano Paolo Scaravelli non chiude la porta a Tosi, ma neanche la apre. Si attendono sviluppi da Roma: "Ho apprezzato le prese di distanza del sindaco nei confronti delle posizioni antinazionali dei dirigenti del Carroccio. Ma quando sarà il momento vogliamo un confronto. Poi decideremo". Nel caso sanno che altre forze politiche li accoglierebbero a bracce aperte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lopposizione verso il Grande Centro

VeronaSera è in caricamento