Politica

Impiegati fannulloni, parla Faccioli: "Licenziarli prima dell'iter in tribunale"

“Ai sindacati - spiega il primo cittadino di Villafranca - dico che dovremmo essere dalla stessa parte quando ci sono delle persone che con il loro atteggiamento fregano i colleghi"

Impiegati lavativi, un problema molto radicato e sentito. Ma Mario Faccioli, sindaco di Villafranca, ha la ricetta antifannulloni: il licenziamento. Bypassando ricorsi al Tar e al tribunale del lavoro. E ci riesce davvero: ha già mandato a casa sei funzionari inadempienti.

“Premesso che io sono una zecca fastidiosa - dice il primo cittadino di Villafranca in un'intervista alla stampa - e mi controllo tutti gli atti amministrativi, non dico che sia facile ma probabile trovare anomalie in certi comportamenti. Basta fare degli incroci e se qualcosa non va lo scopri. Le norme per licenziare ci sono. Eccome. E siccome sono pignolo le conosco. È lo stesso contratto nazionale che ti permette di agire. E devi farlo subito, altrimenti diventa più difficile”.

Ecco il suo metodo: “Bisogna anticipare l’atto penale - spiega Faccioli -. Perché quando inizia l’iter in tribunale sei fregato, devi aspettare i tre gradi di giudizio prima di licenziare. Ma se lo fai prima, avendo tutte le carte che dimostrano la bontà del tuo provvedimento, è fatta. Verifico gli atti con i miei legali e applico il licenziamento senza preavviso. Lo dico anche ai miei colleghi sindaci: se conosci le norme puoi fare e strafare”.

E le proteste sindacali? “Ai sindacati dico che dovremmo essere dalla stessa parte quando ci sono delle persone che con il loro atteggiamento fregano i colleghi. Non è giusto. Io ho dei dipendenti di prim’ordine e non voglio che per il mal agire di qualcuno si pensi che tutti sono dei lavativi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impiegati fannulloni, parla Faccioli: "Licenziarli prima dell'iter in tribunale"

VeronaSera è in caricamento